Carciofi trifolati

carciofi-trifolati

Avete mai provato a prepararli in questo modo?

I carciofi trifolati sono un contorno gustoso dal sapore delicato che mette d’accordo tutti. Ottimo per accompagnare sia i piatti di carne che di pesce. Sono una ricetta semplice da preparare, vediamo come fare.

DIFFICOLTÀ: media
PREPARAZIONE: 20 min
COTTURA: 25 min
COSTO: basso

INGREDIENTI

2 carciofi di media grandezza
1 spicchio di aglio
prezzemolo
1 limone
1 dado per brodo
olio extra vergine d’oliva

CARCIOFI TRIFOLATI

PROCEDIMENTO
I carciofi trifolati non sono difficili da preparare. Iniziamo pulendo i carciofi seguendo il metodo tradizionale, poi li tagliamo a metà e ancora a metà: fino ad ottenerne 8 spicchi. Eliminiamo la parte centrale, detta “barbetta”, di ogni spicchio. Prepariamo dell’acqua acidulata dove immergere i carciofi per non farli annerire. A questo punto la parte più noiosa è finita. Scaldiamo una padella antiaderente sul fuoco e versiamo dell’olio evo con uno spicchio di aglio diviso a metà. Scoliamo bene i carciofi dall’acqua acidulata e li mettiamo direttamente in padella a fiamma vivace per alcuni minuti.

Aggiungiamo del prezzemolo (va bene anche quello surgelato), mezzo bicchiere di acqua e un dado per brodo. Abbassiamo la fiamma e lasciamo cuocere dolcemente per circa 20 minuti. Se vediamo che durante la cottura i carciofi dovessero asciugarsi, non dobbiamo fare altro che aggiungere ancora dell’acqua. Per essere sicuri di aver concluso la cottura, infilziamo con una forchetta il gambo di un carciofo, se risulterà morbido possiamo spegnere il fuoco e lasciare riposare i carciofi trifolati prima diservirli. Guarda il video della ricetta qui sotto.

SUGGERIMENTO

I carciofi sono noiosi da pulire e tendono ad ossidarsi in pochissimi minuti. Durante la pulizia anche le nostre mani subiranno lo stesso processo. Per ovviare al problema è bene riempire una ciotola di acqua e spremerci il succo di un limone intero. Nell’acqua acidulata che abbiamo preparato, lasceremo in ammollo i carciofi puliti prima della cottura. Per salvaguardare le nostre mani non dobbiamo fare altro che bagnarle continuamente col succo di un limone oppure strofinarle di continuo nel limone spremuto per l’acqua. Se questa operazione ci risulta scomoda possiamo tranquillamente usare dei guanti di lattice adatti al trattamento degli alimenti.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-03-05 at 20:59

Articoli consigliati