Come fare il pane in casa con la macchina del pane

COME FARE IL PANE IN CASA CON LA MACCHINA DEL PANE

COME FARE IL PANE IN CASA CON LA MACCHINA DEL PANE

Come fare il pane in casa? Con la pratica si ottiene sempre un risultato ma con la macchina del pane si fa molto prima! Ecco qualche consiglio pratico.

Come fare il pane in casa è una delle cose più facili solo se si ha la macchina del pane! Con questo straordinario elettrodomestico possiamo preparare ogni sorta di pane e senza nessuna fatica. Non è richiesta nessuna abilità in particolare, basta semplicemente inserire gli ingredienti nell’ordine suggerito e osservare piccole regole pratiche.

Se stai pensando di acquistare una macchina del pane ma non sai come sceglire la migliore macchina del pane, guarda questa guida e troverai quella perfetta per te.

GUARDA LA VIDEO GUIDA

COME FARE IL PANE IN CASA

Sarà normale non riuscire a fare il pane nelle prime occasioni, ma quello che più conta è insistere e approfondire l’esperienza. L’ordine di inserimento degli ingredienti è fondamentale, non deve essere variato altrimenti si compromette il risultato finale. Naturalmente più confidenza prendiamo con le qualità delle farine, e la loro struttura, migliori saranno i risultati, questo è un aspetto che possiamo approfondire da soli raccogliendo materiale e studiando.

Sull’argomento lievito di birra le scuole di pensiero offrono due soluzioni, la prima di usarlo come descritto nel ricettario della macchina del pane, cioè come ultimo ingrediente in assoluto.
La seconda propone invece di idratarlo direttamente nell’acqua da usare fra gli ingredienti, sciogliendolo bene prima di inserirlo nella vasca impastatrice. Ma entrambe le scuole, e in generale laddove deve essere sempre usato, sono concordi sul fatto che il lievito non deve MAI essere messo vicino al sale perché quest’ultimo blocca la sua azione. Ho provato entrambe le proposte è non ho trovato molta differenza, ma tecnicamente credo sia meglio scioglierlo nell’acqua, e così faccio sempre.

lievito di birra tipologie

INGREDIENTI PER 500 G DI PANE

INSERIRE GLI INGREDIENTI NELL’ORDINE INDICATO

210 ml di acqua a temperatura ambiente
10 g di lievito di birra disidratato
10 g di olio di girasole
10 g di zucchero
330 g di farina 00
4 g di sale fino

ATTENZIONE

Se desideri usare il lievito di birra fresco al posto di quello secco, il suo peso non è lo stesso. Devi convertirlo seguendo la tabella che trovi in “la differenza fra il lievito di birra fresco e secco“.

È molto importante pesare gli ingredienti e non andare ad occhio, muniamoci di una bilancia digitale (qui ne trovi alcune) per migliori risultati.

Inseriamo la vasca di cottura nella macchina e serriamola a seconda del modello, poi montiamo la pala mescolatrice sul perno centrale e siamo pronti per iniziare.

Misuriamo l’acqua, sempre a temperatura ambiente, e sciogliamo il lievito al suo interno poi, versiamo tutto nella vasca impastatrice.

Aggiungiamo l’olio di girasole, possiamo usare anche il classico olio evo.

Uniamo lo zucchero e mescoliamo tutto.

Pesiamo la farina, 330 g del tipo 00, oppure creiamo un mix con 200 g di farina00 e 130 di Manitoba. Versiamola nella vasca sopra ai liquidi, senza toccare nulla ne mescolare.

Per ultimo, sopra alla farina, il sale fino.

Chiudiamo il coperchio e impostiamo i parametri necessari alla lavorazione: selezioniamo il peso del pane su 500 g, poi il tipo di doratura su medio per ottenere una crosticina croccante.

Ora scegliamo il programma per il pane alla francese, generalmente è presente in ogni macchina ed impiega circa 3 ore o poco più, dipende dalla quantità di pane selezionato.

Premiamo il bottone di avvio e lasciamo lavorare la macchina che, automaticamente, calcolerà i suoi tempi fra le fasi di impasto, lievitazione e cottura.

Al termine della cottura la macchina emetterà un segnale acustico per avvisarci che il pane è pronto, in altri modelli passa subito dopo alla modalità di mantenimento in caldo per circa un’ora.

Quindi, al segnale, estraiamo la vasca di cottura con delle presine per non scottarci. Capovolgiamola sopra un tagliere e battiamola dolcemente fino a far scendere il pane.
Con l’apposito uncino in dotazione, estraiamo la pala mescolatrice dal fondo del pane, poi capovolgiamo il pane e lo posizioniamo su una gratella per farlo raffreddare meglio.

Trascorsi circa 15/20 minuti procediamo a tagliare il pane.

Il risultato finale sarà quello di un pane di tipo in cassetta perché cuoce direttamente nella vasca impastatrice che ha proprio questa forma. Non sarà un pane come quelli tradizionali di un fornaio, ma sarà altrettanto buono e fragrante grazie alla sua crosticina.

La differenza fra il lievito di birra fresco e secco

La differenza fra il lievito di birra fresco e secco può influenzare la lievitazione e la riuscita dei nostri impasti. Facciamo chiarezza fra le diverse formule da utilizzare e sul tipo d lievito.

La differenza fra il lievito di birra fresco e secco : facciamo chiarezza.

La differenza fra il lievito di birra fresco e secco può influenzare la lievitazione e la riuscita dei nostri impasti. Facciamo chiarezza fra le diverse formule da utilizzare e sul tipo d lievito.

La differenza fra il lievito di birra fresco e secco non esiste perché sono la stessa specie di lievito, dobbiamo solo parlare in termini di composizione. Il lievito di birra fresco ha una componente di acqua pari al 70% rispetto a quello secco, al quale hanno invece tolto l’acqua. Naturalmente questo comporta un diverso utilizzo del tipo di lievito e una necessaria attenzione al suo peso fra gli ingredienti dell’impasto.

 

Se stai pensando di acquistare una macchina del pane ma non sai come sceglire la migliore macchina del pane, guarda questa guida e troverai quella perfetta per te.

GUARDA LA VIDEO GUIDA

DIFFERENZA FRA LIEVITO DI BIRRA FRESCO E SECCO

È importante comprendere che ci sono diversi fattori, di cui si parla molto poco, che possono influenzare la corretta lievitazione del pane o dell’impasto per la pizza, oltre al tipo di lievito scelto.

Questi possono essere: la temperatura dell’ambiente in cui si lavora, la temperatura dell’acqua, la quantità di sale utilizzato, il tipo di farina e la lavorazione dell’impasto stesso. Anche la stagionalità può influire, per il grado di umidità nell’ambiente e il ricircolo dell’aria.

Fra questi elementi anche la qualità della lavorazione dell’impasto può variare se fatto a mano o con l’impastatrice, con la macchina del pane o con altri elettrodomestici adatti allo scopo.

Anche su questo argomento esistono scuole di pensiero fra professionisti panificatori e pizzaioli, e amanti del pane fatto in casa e pizzaioli del sabato sera fra amici.

Una scuola di pensiero, peraltro molto diffusa, sostiene che il rapporto fra i due tipi di lievito è 2,5 volte maggiore a favore del fresco. Quindi, se usiamo 5 grammi di lievito secco questi possono corrispondere a 12,5 grammi di quello fresco. Questo risulta molto chiaro in quanto applichiamo una semplice formula matematica. In poche parole, il rapporto in questo caso per usare il lievito di birra fresco è 2 volte e mezzo il peso del lievito di birra disidratato.

Una diversa scuola di pensiero, meno diffusa, sostiene invece che il rapporto migliore sia quello di 1,5 volte maggiore di lievito di birra fresco. Quindi, se usiamo 5 grammi di lievito di birra secco, il corrispettivo di quello fresco sarà di 7,5 grammi. In questo caso per usare il lievito di birra fresco, il rapporto è di 1 volta e mezzo il peso del lievito di birra disidratato.

Tutti i professionisti delle arti bianche hanno formule derivate da anni di lavoro professionale e costante che li ha portati a sviluppare quella perfetta. Loro, infatti, sostengono che il lievito fresco impiega meno tempo a lievitare, rispetto a quello disidratato.

Per verificare la differenza, basta semplicemente provare ad usare le due proporzioni in due impasti con gli stessi ingredienti. Si noterà che con il rapporto di 2,5 volte, la lievitazione con il lievito di birra fresco risulterà molto più veloce e molto più gonfia in altezza, rispetto a quello secco. Nel rapporto di 1,5 volte, la lievitazione con il lievito fresco sarà sempre più rapida, ma raggiungerà la stessa altezza di quella con il lievito secco. Quindi, rivedendo le tempistiche e le quantità dei due tipi di lievito di birra usati, sembra invece che la formula più corretta da usare sia di 1,5 volta.

I migliori elettrodomestici sotto i 30 euro

I MIGLIORI ELETTRODOMESTICI SOTTO I 30 EURO

I MIGLIORI ELETTRODOMESTICI SOTTO I 30 EURO: GUIDA AI REGALI

I migliori elettrodomestici sotto i 30 euro sono la giusta soluzione per equipaggiare la nostra cucina, ma possono essere anche ottime idee regalo. Ecco la mia guida completa.

I migliori elettrodomestici sotto i 30 euro rappresentano la dotazione base in cucina, sono ideali in molte occasioni senza spendere troppi soldi. Questi elettrodomestici sotto i 30 euro sono da considerare perfetti anche come regali di natale, faranno sicuramente contenta la zia o la mamma, ma anche tutti i nostri amici che si divertono in cucina. Come fondamentali considero il frullatore ad immersione, il tostapane, il cuoci riso e la macchina sottovuoto. Altre idee, come la vaporiera o lo spremi agrumi, sono interessanti come aggiunta alla dotazione. Spendere meno di 30 euro è un’ottima soluzione anche solo per provare nuovi elettrodomestici prima di investire molti più soldi per le versioni maggiorate e ricche di accessori.

I MIGLIORI ELETTRODOMESTICI SOTTO I 30 EURO

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-12-09 at 01:17

Vaporiera elettrica
La vaporiera elettrica multi cottura è dotata di due vaschette trasparenti da 2,5 litri ognuna per cuocere a vapore diverse pietanze alla volta, mantenendone intatte le sostanze nutritive e minerali. Ideale per la cottura di pesce, carne e verdura e molto altro, è sicura ed ergonomica. Durante la cottura, se l’acqua si esaurisce, la vaporiera si spegne automaticamente evitando danni. È facilmente trasportabile, anche durante il funzionamento, grazie alle maniglie antiscottatura e ai ganci di chiusura. Il timer da 60 minuti consente di impostare le cotture che si preferiscono e di far spegnere la vaporiera automaticamente.

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-12-09 at 01:17

Frullatore ad immersione
Pratico, leggero e maneggevole, il frullatore ad immersione è il classico must-have in cucina, non si può non averlo! La sua particolare lama a 4 sezioni, è rivestita in titanIo e garantisce risultati sorprendenti anche con il ghiaccio! Dotato di regolazione di potenza, con i suoi 1000 watt non avrai nessun limite nell’utilizzo. Facile da usare grazie alla sua Impugnatura in silicone soft touch, e alla sua campana para schizzi. In dotazione anche il bicchiere miscelatore con coperchio.

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-12-09 at 01:17

Cuociuova
Questo cuociuova elettrico permette di cuocere fino ad un massimo di 6 uova, grazie all’alloggio misurato per uova di ogni taglia, dalla S alla XL. Il suo design lo rende un piccolo gioiellino, facile da usare grazie anche agli accessori in dotazione, come il cestello porta uova ed il bicchiere dosatore. Realizzato senza BPA, è dotato di interruttore on / off con illuminazione a led e segnale acustico di fine cottura. Coperchio pieghevole e trasparente per un facile utilizzo e pulizia.

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-12-09 at 01:17

Spremiagrumi
Questo spremiagrumi è ideale da tenere in cucina per diversi motivi, il primo è il suo design compatto dalla forma squadrata, che permette di riporlo facilmente. Poi la sua caraffa graduata, l’innovativo sistema per selezionare la quantità di polpa da lasciare nella spremuta, e la base avvolgi cavo per tenerlo sempre in ordine. Facile da usare e da lavare, completante smontabile, ogni pezzo può andare il lavastoviglie.

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-12-09 at 02:02

Cuociriso
Contenuto nelle sue dimensioni, questo cuoci riso offre ottime prestazioni ed’è adatto ad ogni tipi di riso, e di single! La pentola estraibile ha il rivestimento antiaderente, perfetta per non fare attaccare il riso durante la cottura, e da mettere in lavastoviglie. Molto facile da usare è anche dotato di funzione di mantenimento in caldo (fino a 5 ore), interruttore di sicurezza, dispositivo anti-surriscaldamento, impugnatura termoisolante e una potenza di 400W. Nella confezione sono presenti anche un dosatore e un cucchiaio per girare e servire il riso.

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-12-09 at 01:17

Macchina per il sottovuoto
La macchina per il sottovuoto può mantenere la freschezza di frutta, noci, carne, dolci e verdure, evitando che gli alimenti deperiscano nel frigorifero, o che si deteriorino nel congelatore. Con la sigillatura sottovuoto creerai anche spazio extra nel tuo frigorifero e con molto più ordine. Facile da usare grazie ai suoi due tasti, puoi anche solo sigillare i sacchetti per non rovinare il cibo più delicato, come meringhe e biscotti. Le sue misure ridotte ti permetteranno di riporla anche nel cassetto delle posate!

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-12-09 at 01:24

Bilancia digitale
Che tu stia seguendo una dieta o cercando di seguire una nuova ricetta alla perfezione, la bilancia è un valido aiuto. Dotata di sensori per pesare con una precisione di 1 g, 0,1 oz. È una delle bilance da cucina più leggere e compatte disponibili. Il suo design in acciaio inossidabile è elegante e facile da pulire. I suoi pulsanti grandi e dal “”clic”” udibile sono ideali per le cucine più impegnate, e il pulsante di tara automatica calcola subito il peso netto dei tuoi ingredienti sottraendo il peso del contenitore, che si tratti di un piatto, vassoio o ciotola.

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-12-09 at 01:24

Utensili in silicone
l set di utensili da cucina include gli accessori più utili durante ogni tipo di lavorazione, come il mestolo, la pinza, la paletta, la spatola, e molti altri. Il design completamente in silicone è più facile da pulire, basta semplice acqua calda o metterli in lavastoviglie. Il silicone utilizzato è di tipo igienico e innocuo per il corpo umano, atossico, resistente alla temperature elevate e protegge i rivestimenti delle pentole.

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-12-09 at 01:24

Bollitore elettrico
Ideale per tè e tisane, il bollitore elettrico è anche un ottimo alleato in cucina per ogni tipo di preparazione. Sicuro e facile da usare, permette di riscaldare l’acqua in pochissimi istanti, e di vedere chiaramente il suo livello. Questo piccolo elettrodomestico è in acciaio inox e dotato di spegnimento automatico, interruttore di accensione e spegnimento, indicatore luminoso di funzionamento e con una capacità di oltre 1 litro. La sua base girevole a 360° è lo rende ideale da posizionare in qualsiasi piano e facile da trasportare perché non ha bisogno di cavo elettrico.

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-12-09 at 01:24

Tostapane elettrico
Il tostapane elettrico ti salva sempre un pranzo o una cena, lo ritengo indispensabile in cucina anche solo per scaldare il pane al mattino per la colazione. Dotato di 2 ampie pinze per fare toast farciti, ha una regolazione del calore che arriva fino a 6 livelli di doratura. Il vassoio raccogli briciole è estraibile e permette una facile pulizia in qualsiasi momento.

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-12-09 at 01:24

Avvolgi cavo elettrico
Con questi organizzatori per cavi da cucina, puoi facilmente avvolgere i cavi dei tuoi elettrodomestici e riporli con molta più facilità. Puoi risparmiare spazio e mantenere i piani di lavoro puliti e in ordine. Questo kit di organizzatori per cavi elettrici è realizzato in gomma di alta qualità, migliore al tatto e previene danni al cavo. Il suo adesivo di qualità, è stato testato più volte e non è facile da staccare. Inoltre è durevole, stabile e affidabile, non si deforma facilmente e ha una forte capacità portante. Semplice e dal design intelligente, ti offre un facile accesso con una sola mano al cavo di alimentazione.

Macchina del pane: quale scegliere

come scegliere la migliore macchina del pane

MACCHINA DEL PANE:
GUIDA COMPLETA ALL'ACQUISTO

La macchina del pane è l’elettrodomestico più amato dagli italiani, l’idea di poter fare il pane fatto in casa rappresenta da sempre la ricetta segreta per il benessere. Ecco come scegliere la macchina del pane migliore per le nostre esigenze.

La macchina del pane è davvero super facile da utilizzare e ci permette di impastare e cuocere qualsiasi tipo di pane, senza nessuna fatica. Svegliarsi al mattino con il profumo del pane caldo è un esperienza da provare almeno una volta! Questo tipo di elettrodomestici per la cucina sono sempre più performanti e offrono soluzioni incredibili, sia in termini di prestazioni che di funzioni. Fare il pane in casa è un’esperienza fantastica ed essere aiutati dalla migliore macchina in commercio, significa premere solo un bottone, a tutto il resto penserà lei. Per scegliere il miglior elettrodomestico dobbiamo però valutare diversi aspetti, fra i quali: quanto pane mangiamo, quanto tempo vogliamo dedicare alla preparazione del pane e che tipo di pane desideriamo.
Il mio consiglio è quello di non acquistare una macchina costosa e piena di funzioni se già sappiamo che non le useremo molto, meglio optare per qualcosa di più facile e economico per fare le prime esperienze. Se stai leggendo questa guida, molto probabilmente, stai pensando di acquistarla: ecco cosa devi sapere prima di spendere i tuoi soldi.

GUARDA LA VIDEO GUIDA

MACCHINA DEL PANE: CAPACITÀ

La capacità della macchina del pane, e la dimensione del pane stesso, dipendono dalla quantità di pane che consumiamo regolarmente. Per una famiglia di due o tre persone, potrebbe essere sufficiente una macchina per il pane con una capacità fino a 750 grammi. Mentre, per una famiglia più numerosa che consuma pane regolarmente, è necessaria una macchina che produca fino a 2 chili. Preferiamo una macchina che offra da due a tre opzioni di peso, in modo da ottenere il pane della misura giusta per le nostre esigenze. Di solito è possibile scegliere fra 3 misure, e sono: 500 grammi, 750 grammi, 1 chilo. Altri modelli possono arrivare fino ai 2 chili.

MACCHINA DEL PANE: FORMA

La forma del pane è quella classica del bauletto per tutte le macchine, perché l’impasto cuoce proprio nella vasca impastatrice che ha quella forma. Alcune macchine di fascia alta forniscono una serie di accessori che servono a dare forme diverse al pane. Infatti, una volta prodotto l’impasto, si possono cuocere panini, baguette, pane ciabatta e altri tipi. Questi modelli hanno un costo elevato e sono anche molto ingombranti da posizionare sul piano di lavoro. Ma è anche vero che a tutto si trova sempre una soluzione!

MACCHINA DEL PANE: POTENZA

La potenza garantisce i migliori risultati, e serve per fare funzionare le pale impastatrici e le resistenze per la giusta cottura del pane. Le macchine più capienti con due pale mescolatrici hanno bisogno di una potenza maggiore rispetto a quelle che ne hanno solo una. Un motore più potente è indicato per chi userà l’apparecchio in maniera continuativa, cioè quotidianamente. Un motore più potente sarà in grado di lavorare meglio anche gli impasti più difficili, come quelli con le farine senza glutine.

MACCHINA DEL PANE: PROGRAMMI

Nonostante la loro semplicità nel funzionamento, alcune macchine del pane includono programmi avanzati oltre ai più tradizionali. Quindi, al di là del pane bianco, possiamo fare il pane integrale, il pan brioche, di segale, di farro e con altri tipi di farine compresa la farina senza glutine. Programmi speciali per celiaci, per pane con pasta madre, marmellate, pani dolci, programmi rapidi per cotture veloci e programmi per fare lo yogurt, il porridge e il formaggio! Da notare che i programmi sono suddivisi anche per categoria, perché ogni tipo di farina ha il suo tempo di lavorazione. Utilissima anche la funzione per la preparazione rapida, questa è dedicata solo ad alcuni tipi di pane, e dimezza i tempi di lavorazione.

MACCHINA DEL PANE: FUNZIONI

Le funzioni sono un’aspetto importante da considerare, sono quelle che ci permetteranno di avere il pieno controllo sulla macchina del pane. Le possiamo attivare dal pannello di controllo e dallo schermo. Qui, infatti, possiamo selezionare il peso del pane, e scegliere la cottura fra normale, dorata o croccante. Per alcuni modelli anche l’inserimento automatico di ingredienti, il mantenimento in caldo del pane dopo averlo cotto, la programmazione ritardata, e la memoria tampone che non perde il programma impostato in caso di interruzione di energia elettrica.

AVVIO RITARDATO

Scegliere una macchina del pane con avvio ritardato ci permette di programmare la preparazione per avere il pane quando lo desideriamo, soprattutto se siamo fuori casa. Quindi, se vogliamo il pane caldo al mattino presto, programmiamo la macchina del pane alla sera e andiamo a dormire!

MATERIALI

Se pensiamo che faremo un uso intensivo della macchina del pane, è meglio preferire quelle rivestite in metallo piuttosto che in plastica, che sono meno adatte a cicli continui di lavorazioni. Le macchine più robuste e ben concepite sono quelle che durano molto nel tempo.

MACCHINA DEL PANE: ACCESSORI EXTRA

Tutte le caratteristiche che vanno oltre alla normale macchina del pane, sono pensate per chi ne farà un uso continuativo. Possiamo trovare un dispenser per ingredienti extra che andranno ad arricchire il pane durante la lavorazione. Al momento opportuno farà scendere nell’impasto i condimenti scelti. Altre hanno anche un dispenser più piccolo per il lievito. Per quelle che producono una quantità maggiore di pane, oltre al chilo, alcune sono dotate di doppia resistenza elettrica su due livelli, per una cottura migliore. Alcune nuove macchine del pane hanno anche introdotto la cottura ventilata, per risultati migliori.

MACCHINA DEL PANE: BRAND

Preferire un brand conosciuto è la scelta migliore che possiamo fare per poter usufruire, eventualmente, dell’assistenza tecnica. Non solo, i marchi conosciuti mettono a disposizione ogni sorta di pezzo di ricambio, dalla vasca per impastare alle pale impastatrici, fino alle cinghie di trasmissione del motore. Sono tutti acquisibili on line.

MACCHINA DEL PANE: PREZZI

In generale le macchine del pane si possono comprare con poca spesa, si parte dai 50 euro per i modelli più semplici fino a superare i 200 per quelli più tecnologici o professionali. Il prezzo è in base al numero dei programmi, delle funzioni, della qualità dei materiali, degli accessori extra in dotazione, e della potenza.

I prezzi per la produzione del pane, invece, sono in funzione della qualità e del tipo di farina che useremo, dell’olio e dei condimenti aggiuntivi. Mediamente 1 chilo di pane potrebbe costare circa un terzo (o la metà) del prezzo in negozio. La corrente impiegata per la produzione di 1 chilo di pane, viene stimata dai produttori in circa 10/14 centesimi.

Friggitrice ad aria: tutte le guide e le ricette

friggitrice-ad-aria-ricette e guide federico grilli

TUTTE LE GUIDE E LE RICETTE DI CUI HAI BISOGNO

La friggitrice ad aria è il gadget del momento, il suo sistema di cottura rivoluzionario ha fatto ricredere anche gli scettici. Qui troverai tutte le guide e le ricette che ti servono.

 LA FRIGGITRICE AD ARIA MIGLIORE

GLI ACCESSORI MIGLIORI

Se possiedi una friggitrice ad aria, oppure stai per comprare una, le guide in questa pagina ti aiuteranno a conoscere tutto quello che ti serve per valutare il tuo acquisto o per iniziare ad usarlo. Tutti parlano di questo nuovo elettrodomestico e del suo rivoluzionario sistema di cottura che ci permette di risparmiare l’85% di grassi in meno. Sempre più persone decidono di passare all’air fryer e al suo sistema di cottura ad aria.

Personalmente ho avuto modo di utilizzarne diverse e, grazie alla mia esperienza, di poter comprendere i trucchi per ottenere risultati incredibili. Le domande che mi vengono fatte sono sempre le stesse: come funziona? Cuoce davvero? Che ricette posso preparare?

In realtà questo piccolo elettrodomestico altro non è che un forno ad aria, attraverso la sua potenza di calore e aria riesce a dare risultati sorprendenti. Mentre la friggitrice tradizionale utilizza l’olio per la cottura, questa usa solo aria calda! Naturalmente i risultati non sono e non possono essere paragonati alla frittura ad immersione, ma sono degli ottimi compromessi. Tutto il cibo surgelato come le olive all’ascolana, le patatine, le crocchette di riso, sembra fritto nell’olio, con una crosticina croccante e gustosa. Tutto il cibo fresco può invece essere cucinato come in un forno, ma con una marcia in più. Con pochi e semplici consigli sarai in grado di fare meravigliose cotture.

CONSIGLI

Ricordiamoci sempre di leggere le istruzioni e seguire tutte le precauzioni di utilizzo.

Questo apparecchio cuoce solo con aria calda e non dobbiamo riempire il cestello di olio.

Quando la usiamo facciamo in modo che ci sia molto spazio intorno sul piano di lavoro.

Non usiamola quando è attaccata al muro, perché per funzionare ha bisogno di molta aria.

Facciamo attenzione al tipo di olio che usiamo ed al suo punto di fumo.

Utilizziamo un sottopentola in silicone o metallo per appoggiare il cassetto di cottura quando è caldo.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Frullatore: come scegliere il migliore

frullatore
frullatore

Se pensi che uno valga l'altro ti sbagli: non è così

Il frullatore è sempre più di tendenza nelle cucine, non solo per fare frullati ma anche preparazioni e cotture. Questo accessorio si è notevolmente evoluto con prestazioni e potenze incredibili. Conosciamo le differenze.

Quando si parla di frullatori si pensa sempre e solo a quello tradizionale con il quale siamo cresciuti bevendo litri di frullato. Non ci siamo mai posti il problema di pensare che un frullatore possa svolgere il suo lavoro in diversi modi, velocità e potenza. Un frullatore, in fondo, è sempre e solo un frullatore. Ma se già pensiamo alle piccole differenze che esistono, dal boccale in vetro a quello in plastica, dalla velocità unica a quella ad impulsi, significa che una silenziosa rivoluzione esiste anche per questo vecchio compagno di merende! Nell’ultimo decennio abbiamo assistito a una vera e propria rivoluzione di questo elettrodomestico, sempre più presente nelle famiglie più giovani e attente all’alimentazione. Tutti gli sportivi ne fanno grande uso, tutti i vegetariani lo considerano indispensabile: ma stiamo parlando dello stesso prodotto? In realtà no.

Il frullatore ha funzionalità e caratteristiche diverse in base al suo costo, questo è importante da specificare perché non tutti ottengono gli stessi risultati anche sembrando uguali. Quelli tradizionali si limitano a preparare ottimi frullati dalla consistenza media e con motori poco potenti, se non ne fai un grande uso, questo è sicuramente il modello base da possedere. Quelli più potenti sono in grado di tritare il ghiaccio e preparare anche smoothies grazie alle buone prestazioni del motore, e al pannello comandi con più possibilità di scelta. Quelli professionali rendono i frullati morbidi e vellutati e sono in grado di realizzare preparazioni che i modelli basici non potrebbero mai fare. Possono preparare zuppe e gestire liquidi bollenti, lavorando meglio qualsiasi tipo di verdura fibrosa perché hanno delle lame potenti e disegnate appositamente, oltre a un motore progettato per una velocità incredibile.

frullatore-modelli

A queste tre tipologie da qualche anno si è aggiunto anche il frullatore sottovuoto, che frulla preservando tutti i principi nutritivi degli ingredienti evitando l’annoso problema dell’ossidazione. Per saperne di più puoi leggere la guida “frullatore sottovuoto: cos’è e come funziona”. Se siete di quelli che pensano che il frullatore ad immersione sia in grado di fare le stesse cose, siete sulla strada sbagliata. Quello a immersione non può frullare in maniera continuativa altrimenti bruciate il motore, e non è in grado di poter creare delle texture come il fratello più grande. Anche in questo caso vi sondaggio la lettura della guida “i migliori frullatori ad immersione” oppure “ frullatori ad immersione: come si usa”.

FRULLATORE: COSA VALUTARE PRIMA DELL'ACQUISTO

Non è un prodotto da acquistare senza un minimo di conoscenza, non è assolutamente vero che uno vale l’altro e vi spiego perchè. In base al nostro stile di vita, e a quanto effettivamente useremo il frullatore, dobbiamo valutare 3 aspetti importanti come la potenza del motore, la forma del boccale e il tipo di lame. Questi elementi nella giusta combinazione permettono di creare un vortice che trascina il cibo verso le lame, nella parte più bassa e profonda. I boccali con forme affusolate e fondo curvo riescono a lavorare meglio di quelli larghi con il fondo piatto. La potenza del motore favorisce il lavoro del boccale e delle lame, creando una miscelazione migliore grazie al vortice che si viene a creare.

Un altro aspetto importante è quello del boccale che, oltre al tipo di forma, si differenzia anche per i tipi di materiale con il quale è costruito. Molti dei boccali per frullatori sono realizzati in tritan senza BPA, che è un materiale molto resistente. La maggior parte dei boccali è in realtà fatta di policarbonato, che è più resistente del tritan stesso. Entrambe le materie plastiche hanno la particolarità di spaccarsi in piccole crepe con il troppo caldo, per questo motivo non vanno messi lavastoviglie. Non ho ancora parlato di vetro perchè è difficile trovare un frullatore potente con il boccale in vetro. La motivazione è abbastanza comprensibile ed’è legata alla sicurezza. Se inavvertitamente un cucchiaio o un coltello rimanessero nel boccale, questo si frantumerebbe in mille pezzi causando pericolose lesioni. Meglio usare il policarbonato.

frullatore-accessori

FRULLATORE: QUANTO COSTA

I prezzi dei frullatori variano in base alle caratteristiche di cui abbiamo parlato sin qui. Per la maggior parte delle persone un frullatore di fascia base sembra essere la scelta migliore. L’importante è comprendere che con €. 30 o €.70 non si possono pretendere le prestazioni di uno che ne costa €. 180, anche se sulla scatola le grafiche lo fanno credere. L’importante è capire che tipo di uso si deve fare. I frullatori professionali, fascia media o alta, partono da €. 160 fino a oltre i €. 450 e offrono prestazioni superiori con motori potenti e lame diverse. La consistenza delle texture è migliore in assoluto così come la potenza del motore che permette anche di macinare il riso per farne farina, o i chicchi di caffè per un buon espresso.

frullato-di-mela

GARANZIA

Ultima, ma non per questo meno importante, è la garanzia. Consideriamola bene in base all’acquisto che stiamo per fare. Solitamente, ma non è una regola, i frullatori di fascia bassa sono quelli che hanno più probabilità di bruciare il motore o subire danni agli accessori. In alcuni casi questo può verificarsi anche con quelli di fascia alta, meno di frequente, ma è possibile. Il lavoro dei queste macchine è stressante soprattuto quando si fanno preparazioni con ingredienti duri o difficili. I frullatori top di gamma hanno delle garanzie che partono dai 3 anni fino anche 7! Non possiamo pretendere questo anche per quelli economici, mi sembra chiaro!

POTREBBE INTERESSARTI

Per non fare confusione è bene specifiare che strumenti simili fra loro non possono fare le stesse cose dei frullatori. Per capire le differenze puoi leggere queste guide: “frullatore sottovuoto: cos’è e a cosa serve“, “Frullatore ad immersione: come su usa” e “I migliori frullatori ad immersione“.

frullatore-vitamix

CARATTERISTICHE TECNICHE

Essendo un elettrodomestico molto semplice nella sua funzionalità, non ci sono istruzioni difficili da comprendere, tantomeno comandi futuristici. Questo sicuramente per quelli di fascia bassa e media. Una manopola per la velocità con la possibilità di selezionare la modalità pulse è più che sufficiente. Altro discorso per quelli professionali dove il pannello di controllo è digitale con una serie di comandi pre impostati per tutti i tipi di lavorazioni. Per i modelli Vitamix (top di gamma) troviamo anche la possibilità di cottura con ricette pronte. Sempre per questi modelli, esistono anche diversi accessori come il pestello che aiuta la miscelazione nei punti morti del boccale.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Come fare le patatine fritte con la friggitrice ad aria

come-fare-le-patatine-fritte-con-la-friggitrice-ad-aria

Come fare le patatine fritte con la friggitrice ad aria: trucchi e segreti

Fare le patatine fritte con la friggitrice ad aria è un gioco da ragazzi, basta seguire poche e semplici regole. In questa guida vi svelo alcuni segreti per risultati perfetti.

Come fare le patatine fritte con la friggitrice ad aria? Con i consigli giusti e facendo prove, si ottengono patatine fritte perfette! Sicuramente le prime esperienze sono state un disastro per tutti ma alla fine abbiamo capito come prepararle, e se ancora non ci siete riusciti, leggete questa guida. La differenza sta nella friggitrice ad aria, non tutte sono uguali come sembra e non tutte riescono a dare la giusta temepratura. Anche la capacità del cestello aiuta molto nella cottura, ricordiamoci sempre di non riempirlo troppo. Ecco come fare le patatine fritte con la friggitrice ad aria.

COME FARE LE PATATINE FRITTE

patate farinose per fare le patatine fritte

SCEGLIAMO LE PATATE GIUSTE

La scelta delle patate è fondamentale, usiamo il tipo farinose a bassa umidità che garantisce sempre un ottimo risultato. Al supermercato ci sono anche le confezioni fresche di patate adatte alla frittura. Anche i marchi famosi di quelle surgelate confezionano retine di patate fresche da usare per la frittura in casa.
taglio-delle-patate

TAGLIAMOLE TUTTE UGUALI

Tagliamo le patate tutte della stessa grandezza, se lasciamo la buccia per un taglio più rustico, assicuriamoci di lavarle bene e con una spazzolina. Se le sbucciamo dobbiamo tagliarle della stessa dimensione per uniformare i tempi di cottura e ottenere una giusta crosticina all’esterno.
laviamo-le-patate

METTIAMOLE IN AMMOLLO

Lasciamo le patate in ammollo in acqua fredda per circa 30 minuti, in questo modo perderanno l’amido e non si attaccheranno durante la cottura. Possiamo anche prepararle con largo anticipo e lasciarle in ammollo per diverse ore in frigorifero, in questo modo non si ossideranno.
carta-cucina

ASCIUGHIAMOLE

Asciughiamo le patate dopo l’ammollo prima di metterle in cottura. Usiamo della semplice carta assorbente da cucina o il classico canovaccio adibito allo scopo. Tamponiamole bene e togliamo l’acqua in eccesso, questo renderà più croccante la cottura.

CONSIGLIO

Per un risultato migliore, consiglio di passare le patate nel forno a microonde per 5 minuti a 700w prima di andare nella friggitrice ad aria. In alternativa (e se abbiamo voglia) una veloce sbollentata in acqua calda per alcuni minuti.

PATATINE FRITTE E SAPORI INCREDIBILI

patatine fritte con la maionese

CONDIAMOLE CON FANTASIA

Condiamo con un cucchiaio di olio evo, meglio di arachidi, del sale e del pepe. Alcuni preferiscono aggiungere anche un cucchiaio di amido di mais per avere maggiore croccantezza. Ho provato a farlo anche io ma non ho notato nessun risultato diverso da quelli già descritti. Per un sapore più deciso suggerisco invece di provare queste ricette.

farina-di-mais

PANATURA AL MAIS

Usiamo uno scolapasta per togliere l’acqua di ammollo, scuotiamo e lasciamole umide. Versiamo sopra qualche cucchiaio di farina di mais, quella per la polenta, scuotiamo le patate per diffonderla e ricoprirle bene. Grazie all’umidità la panatura si attaccherà velocemente. Mettiamo nel cestello e andiamo in cottura con il programma adatto. A metà cottura scuotiamo il cassetto e aggiungiamo qualche spruzzo di olio di arachide.

rosmarino per condire

PANGRATTATO E ROSMARINO

Con uno scolapasta togliamo l’acqua di ammollo e lasciamole umide. Versiamo sopra qualche cucchiaio di pangrattato, del rosmarino fresco tagliato al coltello, sale e pepe. Grazie all’umidità la panatura si attaccherà velocemente. Mettiamo nel cestello e andiamo in cottura con il programma adatto. A metà cottura scuotiamo il cassetto e aggiungiamo qualche spruzzo di olio di arachide.

parmigiona per condire le patatine cacio e pepe

CACIO E PEPE

Togliamo l’acqua di ammollo con lo scolapasta e lasciamole umide. Versiamo sopra qualche cucchiaio di pangrattato, sale e pepe. Grazie all’umidità la panatura si attaccherà velocemente. Mettiamo nel cestello e andiamo in cottura con il programma adatto. A metà cottura scuotiamo il cassetto e aggiungiamo qualche cucchiaio di parmigiano grattugiato e ancora pepe.

patate-al-forno con rosmarino e pepe

SAPORE RUSTICO

Lasciando le patate umide sgocciolate, aggiungiamo un condimento di erbe aromatiche tagliate al coltello. Usiamo rosmarino, timo, erba cipollina e mezzo spicchio di aglio tagliato finemente. mescoliamo le patate e aggiungiamo qualche spruzzo di olio di arachide. Mettiamo nel cestello e andiamo in cottura con il programma adatto. A metà cottura scuotiamo il cassetto.

patate fritte con salsa allo yougurt

ANCORA PIÙ GUSTO

A metà cottura, quando le rigiriamo, possiamo aggiungere qualche condimento per insaporirle maggiormente. Dei piccoli pezzettini di burro aggiunti in maniera sparsa, del prezzemolo tagliato finemente, oppure dell’aglio in polvere o della cipolla fresca tagliata non troppo finemente. Qualche spruzzo di olio di arachidi e una spolverata di paprika, pepe e sale!

SALSE E CONDIMENTI

french-fries

PREPARA LA TUA SALSA

Usa un frullatore ad immersione e ingredienti freschi, prepara il tuo condimento in pochi istanti.

TEMPI DI COTTURA CON LA FRIGGITRICE AD ARIA

il giusto tempo per la friggitrice ad aria

COTTURA

I tempi di cottura sono sempre in funzione della capienza del cestello della friggitrice ad aria, in ogni caso vige sempre la regola di non riempirlo oltremodo. Non serve sdraiare le patatine in fila, sarebbe troppo lungo e faticoso, ma scuotere il cassetto a metà cottura per rigirarle e favorirne la crosticina. Se abbiamo una friggitrice ad aria col display digitale, usiamo il programma impostato per le patatine fritte. Se la nostra macchina è meccanica, impostiamo la temperatura a 180° per 20 minuti, poi aggiungiamo altri 5 minuti alzando la temperatura a 200°. Questa procedura è per circa 500/600 g.

QUALE OLIO USARE?

olio di arachidie migliore per la friggitrice ad aria

ATTENZIONE ALL’OLIO

Parlare del punto di fumo dell’olio sarebbe un discorso troppo tecnico e difficile. Non esiste un olio migliore di un altro, ma delle regole da rispettare si. Un olio è più resistente se contiene una quota maggiore di acidi grassi monoinsaturi, come l’olio d’oliva. L’extravergine di oliva, non essendo raffinato, e quindi dotato di una scorta di acidi grassi liberi superiore, ha una quota di sostanze che lo rendono pregiato, ma che ad alte temperature vengono degradate, assieme all’aroma, che tende a svanire. Ecco perché l’olio di arachide è considerato migliore in questo caso, perché ha un’ottima resistenza alle alte temperature.

Maggiori informazioni le trovate sul sito della Fondazione Veronesi, questo il link.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Come pulire la friggitrice ad aria

pulire-la-friggitrice-ad-aria

COME PULIRE LA FRIGGITRICE AD ARIA

Pulire la friggitrice ad aria è fondamentale per ottenere cotture perfette e croccanti. Con pochi e semplici passaggi sarai in grado di avere una macchina sempre nuova ad ogni utilizzo.

Pulire la friggitrice ad aria è importante dopo ogni utilizzo, proprio come laviamo i piatti dopo aver mangiato. Non importa se nell’ultima cottura abbiamo usato dell’olio oppure no, i frammenti di cibo si accumulano ugualmente e diventano sempre più difficili da rimuovere. Non solo, quando sentiamo un cattivo odore durante la cottura, oppure vediamo uscire del fumo, significa che stiamo bruciando tutto il grasso accumulato sulla parte riscaldante o nel cestello. Nel peggiore dei casi, potremmo anche aver dimenticato resti di cibo sotto la griglia forata del cassetto.

Generalmente l’eccessivo riempimento del cestello di cottura causa incrostazioni di cibo sulla serpentina, l’elemento riscaldante, questo poi produrrà del fumo. Per una migliore cottura, consiglio sempre di non riempire il cassetto oltre il livello indicato, è sempre meglio cuocere di meno per ottenere risultati migliori. Se non sappiamo come sfruttare al meglio la nostra air fryer, vi consiglio di leggere questa guida per imparare i migliori 12 trucchi per una cottura senza segreti.

ECCO COME FARE

PRENDIAMO TUTTO IL NECESSARIO:

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-12-09 at 20:01

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-12-09 at 21:13

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-12-09 at 20:01

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-12-09 at 20:01

Per prima cosa scolleghiamo dalla corrente la friggitrice e lasciamola raffreddare per 20 minuti.

Se le parti estraibili sono lavabili in lavastoviglie, posizioniamole capovolte nel cestello superiore (controlliamo il libretto delle istruzioni). Di norma è meglio tenerle lontano dai getti di acqua bollente per fare durare più a lungo il rivestimento antiaderente.

Se invece non possiamo utilizzare la lavastoviglie, rimuoviamo il cestello e la griglia e procediamo a lavarli con acqua calda e sapone. In caso di incrostazioni, lasciamo in ammollo in acqua calda e sapone per poi strofinare con una spugna delicata. Risciacquiamo e asciughiamo le parti per non fare formare eventuali tracce di ruggine.

Puliamo l’interno con un panno morbido e del detergente sgrassante per cucina (questo è perfetto), va bene anche del sapone per piatti, regoliamoci in base al tipo di sporco che troviamo. Verifichiamo che il detergente sia adatto per l’antiaderente. Asciughiamo con un panno o della carta assorbente.

Puliamo la parte interna superiore passando uno spazzolino sulla serpentina, se sono presenti incrostazioni di cibo queste cadranno in basso.

Su di un canovaccio capovolgiamo la macchina, in questo modo possiamo raggiungere con più facilità la serpentina riscaldante. Con una spazzola morbida la puliamo se non sono presenti tracce di cibo. Subito dopo passiamo un panno morbido umido e puliamo con delicatezza.

Se sono presenti incrostazioni prepariamo una semplice soluzione composta da due cucchiai di bicarbonato in una tazza di acqua e mettiamola in un dosatore spray. Spruzziamo la soluzione sulla serpentina e intorno alla zona rivestita in metallo, se necessario usiamo uno spazzolino per togliere le incrostazioni, poi spruzziamo nuovamente. Capovolgiamo la macchina e lasciamo riposare per 20 minuti, subito dopo puliamo con carta assorbente o un panno morbido. Rimettiamo il cestello e versiamo un bicchiere di acqua al suo interno, chiudiamo e impostiamo 200° per 10/15 minuti (dipende dallo sporco). Al termine svuotiamo il cassetto dall’acqua sporca.

Per mantenere sempre lucida e brillante la plastica esterna, adoperiamo un panno morbido umido oppure una soluzione pulente che non rovini la plastica lucida. Se invece la parte esterna è in plastica opaca o con superficie lavorata, possiamo usare anche una spugna morbida e del detergente neutro.

Asciughiamo tutte le parti rimovibili prima di rimontarle, compresa anche l’unità centrale. Rimontiamo tutti gli accessori solo quando completamente asciutti. Ora siamo pronti per nuove cotture.

COSA NON FARE

Non utilizziamo mai strumenti in metallo per rimuovere il cibo bloccato, la vernice antiaderente è molto fragile e potrebbe rovinarsi irrimediabilmente. Lo stesso anche per spugne abrasive, coltellini, e pagliette in fili di acciaio.

Attenzione a non usare mai disinfettanti per pulire la friggitrice ad aria. Non sono sicuri per le superfici che entrano in contatto con gli alimenti. Se vogliamo utilizzarli dobbiamo essere certi che nell’etichetta sia chiaramente scritto che sono approvati per le superfici a contatto con il cibo.

Lavare gli elementi in lavastoviglie è più sicuro che usare disinfettanti, il calore dell’acqua è in grado di sterilizzare i componenti nel giusto modo. Assicuriamoci che questi possano essere lavati in lavastoviglie (controlliamo il libretto delle istruzioni).

Non procediamo a pulire la nostra air fryer se ancora collegata alla corrente, o ancora calda dall’utilizzo. Scolleghiamo la presa e aspettiamo che la macchina sia fredda prima di maneggiarla e pulirla.

Non immergere la macchina in acqua o lavarla sul bordo del lavandino. Questo potrebbe creare un corto circuito all’impianto elettrico e danneggiare definitivamente la friggitrice.

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-12-09 at 21:13

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-12-09 at 21:13

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-12-09 at 20:01

Ultimo aggiornamento Amazon 2022-12-09 at 20:01

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Friggitrice ad aria come funziona e quale scegliere

friggitrice-ad-aria
friggitrice-ad-aria

La friggitrice ad aria funziona senza olio e cuoce con l'80% di grassi in meno!

La friggitrice ad aria funziona come un bel giocattolone, molto pratico e poco adatto a soddisfare chi ama la creatività in cucina. Sporca poco, non fa odori, e si pulisce con facilità, queste caratteristiche la stanno imponendo anche nel mercato italiano come nuovo trend.

La friggitrice ad aria funziona come un piccolo forno a convenzione, come quello di casa, che promette fritti perfetti e croccanti come il sistema ad immersione in olio. In realtà è un ottimo prodotto che simula il risultato finale ma che, in buona sostanza, non è poi così reale. È decisamente salutare, questo si, ma dire che è uguale al fritto ad immersione in olio, questo no: non è vero.

Nata in America per aiutare la lotta contro l’obesità, un problema molto sentito e combattuto, la friggitrice ad aria ha avuto una rapida ascesa e si è rivelata -da subito- prodotto dell’anno. L’idea di poter friggere senza olio era impensabile, eppure, dopo anni di test e quintali di patatine fritte, ci sono riusciti. Dai modelli ingombranti, con meccanismi di cottura in cilindri metallici traforati, alla praticità dell’aria calda spinta sul cibo, è passato molto tempo.

Ne ho provate diverse, anche di vecchi modelli, e devo ammettere che la praticità è indiscussa. Ho trovato molto interessante il modelllo della Philips Airfryer HD9216/80 ricca di accessori e molto pratica da usare.

Come ogni nuovo prodotto, anche la friggitrice ad aria è stata sottoposta a cotture alternative da parte degli utenti. È importante ricordare che non’è nata per sostituire le tecniche di cottura tradizionali, come arrostire e grigliare. Quindi, non aspettiamoci risultati equivalenti perché non ne può dare.

air fryer philips

FRIGGITRICE AD ARIA: COME FUNZIONA

La friggitrice ad aria funziona con una ventola potente che spinge l’aria calda, prodotta dalla serpentina, verso la camera di cottura posizionata in basso. Questo sistema permette di creare un flusso di aria calda, più o meno potente, in grado di cuocere. Una serie di programmi e temperature, permettono la giusta cottura degli alimenti. Attraverso una manopola timer, è possibile avviare e terminare la cottura.

friggitrice ad aria

FRIGGITRICE AD ARIA: COME CUOCE

La friggitrice ad aria funziona con aria calda come vettore di cottura. Il flusso prodotto dalla sua tecnologia, è in grado di spingere l’aria riscaldata verso la camera di cottura avvolgendo completamente il cibo.

Per ottenere migliori risultati consiglio di aprire il cassetto a metà cottura e scuotere il contenuto (o rigirarlo), possiamo anche usare degli strumenti per aiutarci. In questo modo la cottura rende il cibo croccante quasi come quello di una friggitrice classica. I migliori risultati si ottengono aggiungendo solo un paio di cucchiaini di olio, dove necessario.

NON SERVE OLIO

non-serve-olio

La friggitrice ad aria di ultima generazione è in grado di simulare la frittura tradizionale nel suo aspetto, per questo motivo non richiede l’utilizzo di olio. I modelli leggermente datati, richiedono solo un paio di cucchiaini per ottenere un miglior aspetto e favorire la cottura dei cibi.

Bisogna anche dire che le calorie contenute in un cucchiaino di olio sono circa 40, che se aggiunte non sarebbero mai paragonabili a quelle sviluppate dai litri di olio necessari alla frittura tradizionale!

cosa-cucinare

COSA È POSSIBILE CUCINARE

Naturalmente possiamo cucinare tutto il cibo surgelato adatto al fritto! Questo perché viene precedentemente trattato con olii in superficie o pre fritto, come avviene per le patatine in busta. Nuggets, cotolette e ali di pollo vengono gustose e croccanti. Il pesce, come il salmone o il merluzzo, è ottimo da cuocere con semplici ricette.

La friggitrice ad aria è perfetta da usare anche come piccolo forno, questo significa che possiamo cucinare -in piccolo- tutto quello che normalmente prepariamo nel forno di casa. Arrosti, carne e polpette e pollo a pezzi. Possiamo anche preparare dolci come il ciambellone o la crostata.

Per usare in maniera alternativa la friggitrice ad aria è necessario adattare il cestello contenitore secondo gli usi che ne vogliamo fare. Al suo interno dovremo posizionare teglie a misura che si possano inserire e sfilare con facilità. Questo è un aspetto (la grandezza del cestello) da valutare attentamente al momento dell’acquisto. Le vaschette di alluminio sono una buona soluzione.

quanto-consuma-la-friggitrice

QUANTO CONSUMA UNA FRIGGITRICE AD ARIA

L’aria calda prodotta dalla friggitrice ad aria durante la cottura, può arrivare anche a temperature intorno ai 200°C, dipende dai programmi impostati. Questo elettrodomestico richiede molta energia per la cottura e questo penalizza il suo uso. In media, il suo consumo elettrico, si aggira fra gli 800 e 2000 watt. Se la usiamo con una certa regolarità, le nostre bollette elettriche cambieranno notevolmente.

POTREBBE INTERESSARTI

Ti sei mai chiesto perchè tutti parlano delle friggitrici ad aria? Sai quali sono le differenze importanti con le friggitrici ad immersione (quelle con olio)? Ho scritto una guida “Friggitrici ad aria: il fritto salutare” per rispondere a tutte le domande più importanti: leggila.