fbpx

Come congelare

 In come fare, congelare, guide

Acquistare i cibi una volta alla settimana e congelarli in singole porzioni, può risultare molto utile per risparmiare tempo e denaro.

E’ importante preparare il cibo da congelare come se dovessimo cucinarlo, quindi laviamolo ed asciughiamolo bene. Le confezioni devono essere piatte e di forma rettangolare per congelare prima oltre che per essere sistemate meglio nel nostro
congelatore. Confezioniamo i cibi in piccoli pezzi della stessa misura, sarà più facile
avere porzioni da scongelare con gli stessi tempi di cottura. Possiamo dividere i cibi per tipo per riconoscerli al momento di scongelarli. Congeliamo sempre piccole quantità di cibo per evitare di affaticare il congelatore. Anche se le confezioni sono piccole e a temperatura ambiente, aumentano la temperatura del congelatore che impiegherà più tempo nella fase del congelamento. Per procedere al meglio possiamo evitare di ammucchiare il cibo negli scomparti, una giusta distribuzione delle confezioni permetterà all’aria di circolare meglio aiutando in maniera corretta il congelamento.

  • maneggiamo gli alimenti sempre con le mani ben lavate
  • il piano di lavoro deve essere pulito e asciutto per evitare la formazione dei batteri
  • confezioniamo gli alimenti in contenitori perfettamente puliti
  • le confezioni del macellaio, le vaschette in polistirolo del supermercato e il cartone non sono indicati come contenitori per il congelamento
  • facciamo sempre uscire l’aria dai sacchetti di polietilene prima di chiuderli
  • mettiamo nel frigorifero il cibo confezionato per qualche ora prima di congelarlo
Carne
arrosto-min

Ben confezionata rimane sempre fresca al momento dello scongelamento.
La carne ricca di parti grasse ha un tempo di conservazione ridotto in quanto è il grasso stesso che tende ad irrancidirla. Dividiamo singolarmente le fettine in pacchetti e facciamo uscire tutta l’aria prima di congelarli, le bistecche possono essere avvolte direttamente in fogli di alluminio o nella pellicola trasparente, anche gli arrosti possono essere confezionati nello stesso modo ma non in porzioni troppo grandi.
Il macinato può essere già preparato in polpette o polpettoni che possiamo mettere nei sacchetti di plastica preparando direttamente la singola porzione per lo scongelamento.

Pesce
pesce-min

È delicato e si deteriora facilmente, è importante congelarlo appena pescato perché non perda le sue proprietà nutrizionali. Prima di congelarlo prepariamolo come se dovessimo cucinarlo, togliamo le interiora e (nel caso) sfilettiamolo. I pesci grandi possono essere divisi in trance e confezionati insieme con fogli di alluminio o pellicola trasparente, mettiamo un foglio fra i pezzi tagliati per dividere le fette. Orata, branzino e in genere i pesci magri, hanno un tempo di conservazione maggiore di quelli grassi (da 2 a 6 mesi), mentre il merluzzo e la spigola sono quelli che hanno maggiore resistenza al congelamento arrivando fino a 12 mesi.

Verdura
broccoli-min

Necessita di passaggi preliminari prima di essere congelata, bisogna infatti pulirla e lavarla bene per poi scottarla in acqua bollente per 2-3 minuti e raffreddarla sotto il getto dell’acqua fredda. Leggermente asciugata con della carta assorbente, la possiamo tagliare e confezionare nei sacchetti di plastica preparandola in porzioni singole.

Frutta
fragole-tagliate-a-fettine-min

Congelata, se non per poche varietà, non da buoni risultati dopo lo scongelamento ed il sapore lascia a desiderare. E’ importante che sia fresca e ben scelta, evitiamo quella ammaccata e danneggiata o troppo matura. Una volta pulita deve essere maneggiata con cura e mai lavata con acqua se è di piccole dimensioni (tipo fragole, mirtilli etc.), se però si rende necessario farlo usiamo sempre acqua fredda e asciughiamola delicatamente prima di congelarla. Stendiamo la frutta su un vassoio coperto con un foglio di alluminio e poniamolo nel congelatore per 3-4 ore. Trascorso questo tempo recuperiamo la frutta e disponiamola nelle vaschette o nelle buste di polietilene.

zucchine-a-rondelle-min
Zucchine

Lavate e asciugate le tagliamo a fettine di 2 centimetri, le disponiamo su un vassoio di plastica nel congelatore per un paio di ore. Trascorso il tempo le raccogliamo dal vassoio e le mettiamo direttamente nei sacchetti di plastica. In questo modo non si attaccheranno e saranno pronte da saltare in padella

peperoni-imbustati-dettaglio-min
Peperoni

Lavati e asciugati con della carta assorbente, li tagliamo a metà e li puliamo internamente dai loro semi e dalle parti bianche. Procediamo a tagliarli secondo il nostro gusto: a piccole falde, a metà, a strisce, ad anelli o a dadini, non esiste il taglio tipo . Li disponiamo su un vassoio distanti fra loro (è necessario che non entrino in contatto), e li mettiamo nel congelatore per un paio di ore. Li raccogliamo nei sacchetti di polietilene. In questo modo saranno ben separati e ci permetteranno di usare la quantità desiderata senza necessariamente confezionare più sacchetti di minore quantità.

carote-a-rondelle-min
Carote

Lavate e pulite togliamo il primo strato con uno sbuccia patate. Tolte le due estremità, procediamo a tagliarle secondo il nostro gusto, a rondelle, a julianne, a cubetti o a bastoncini. Per evitare la possibile formazione di batteri andrebbero sbollentate in acqua per qualche minuto, poi freddate con del ghiaccio ed infine congelate. Per un uso più veloce come il soffritto possiamo, una volta pulite e tagliate, disporle su un vassoio e congelarle per alcune ore. Poi le raccogliamo in un sacchetto di polietilene e le conserviamo nel freezer.

cipolla-affettata-min
Cipolla

Anche la cipolla può essere congelata. Dopo averla pulita, la tagliamo a fette da mezzo centimetro che disponiamo, ben coperte con della pellicola, su un vassoio da riporre nel congelatore per 3 ore. Trascorso il tempo tritiamo le fette nel robot da cucina per qualche istante a piccoli colpi di motore, in modo da ottenere piccoli pezzetti e non una spappolata. Ripartiamo la cipolla a dadini in sacchetti di plastica o in vaschette ben chiuse per non diffondere il caratteristico odore. In aggiunta alla cipolla, con lo stesso procedimento, possiamo unire delle carote e del sedano in modo da ottenere la base per il soffritto.

funghi-min
Funghi

Per non far perder loro aspetto e sapore è preferibile cucinarli a metà con un po’ di burro e aglio evitando l’olio che irrancidisce col freddo. Fermiamo la cottura a metà e, una volta freddati, li disponiamo in appositi contenitori in singole porzioni. Al momento dell’uso basterà rimetterli direttamente in padella e proseguire la cottura.
Quelli freschi invece vanno puliti e lavati con cura, asciugati con della carta assorbente e,volendo, affettati. Possiamo usare anche quelli comprati già tagliati, ma laviamoli sempre con cura prima di congelarli. Anche in questo caso torna utile la tecnica del vassoio. Una volta raccolti nei sacchetti di polietilene li congeliamo in piccole quantità. In questo caso dobbiamo cucinare i funghi direttamente in padella senza scongelarli in quanto si ridurrebbero in poltiglia.

basilico-min
Odori

Basilico, prezzemolo, salvia e timo possono essere congelati già pronti per essere usati per cucinare. Lavati e asciugati con della carta assorbente li congeliamo in mazzetti legati fra loro, oppure tritiamo al coltello delle quantità da ripartire in piccole vaschette, sono ottimi gli stampi per il ghiaccio. Al momento dell’uso sarà sufficiente prelevare la quantità necessaria senza bisogno di scongelare.

pane-affettato-min
Pane

Il pane si può congelare in molti modi ma per una più efficace conservazione è preferibile tagliarlo a fette e raggrupparle, massimo 4, in un sacchetto di polietilene. Non usiamo mai la busta di carta con la quale lo acquistiamo. Panini e piccoli formati possono essere chiusi singolarmente o in coppia in sacchetti ai quali togliere l’aria.

ciambellone-min
Dolci

I dolci non vanno mai congelati interi e non tutti i dolci si possono congelare.
I dolci da forno, ciambelloni, crostate, muffiin, devono essere tagliati in porzioni e avvolti prima in un foglio di alluminio, poi inseriti nei sacchetti di polietilene. I biscotti, una volta cotti e freddati, li disponiamo in un vassoio per qualche ora in freezer e poi nei sacchetti di plastica.

Impariamo a scongelare

Lo scongelamento degli alimenti non deve mai avvenire a temperatura ambiente. Meglio far scongelare gli alimenti in frigo.

congeliamo-gli-avanzi

Quante volte avanza del vino da una cena? Se non lo beviamo nei giorni successivi lo si può congelare versato negli stampini dei cubetti di ghiaccio e usato per cucinare.
La passata di pomodoro aperta e mai finita, possiamo congelarla prima che si trasformi in muffa. Vediamo qualche idea:

La passata di pomodoro è avanzata dal sugo per gli spaghetti?
Se nove volte su dieci finisce ammuffita nel frigorifero, mettiamola in piccole confezioni mono porzioni e congeliamola. Sarà utilizzata per il prossimo sugo. La stessa cosa la possiamo fare anche per i sughi avanzati.

Abbiamo usato solo due cucchiai di pesto alla genovese e non sappiamo cosa farne?
Lo mettiamo nelle vaschette del ghiaccio che copriamo con della pellicola trasparente.
La prossima volta basteranno due cubetti per condire un piatto di pasta.

Il parmigiano grattugiato è un must della muffa in frigo?
Mettiamolo nel congelatore così com’è nella sua busta originaria. Al momento dell’uso lo spargiamo sulle pietanze calde che lo rivitalizzeranno in pochi istanti. Lo stesso uso è indicato anche per le preparazioni di torte salette, frittate etc.

Il pane in cassetta scade domani e ancora non lo abbiamo consumato?
Lo congeliamo trasferendolo nei sacchetti di plastica chiudendolo bene, togliendo l’aria. Anche il pane da forno può essere congelato nella stessa maniera. Evitiamo confezioni troppo grandi.

Tortellini, agnolotti, pasta fresca, gnocchi di patate: avanza mezza confezione?
Riponiamoli in un sacchetto di polietilene, togliamo l’ara e chiudiamo bene. La prossima volta, appena l’acqua bolle, li tuffiamo direttamente dal congelatore, calcolando qualche istante in più di cottura.

Il burro in frigo non sappiamo cosa farci?
Se non usiamo molto burro nella nostra cucina, possiamo comprare le confezioni da 12 pezzi piccoli, come quelle delle colazioni in albergo. Li possiamo riporre direttamente nel congelatore e usare quando serve.

Ho fatto il ciambellone ma non lo mangio tutto?
Il ciambellone può essere congelato già suddiviso a fette, basterà scongelare quella che mangeremo per colazione o per merenda!

E’ avanzata la torta rustica dalla cena. Che faccio, la butto?
Mai buttare il cibo! Le torte rustiche e salate si possono congelare tranquillamente suddivise in porzioni e avvolte nei fogli di alluminio. Qualche minuto in forno e ritrovano la loro fragranza.

Impariamo a scongelare

Lo scongelamento degli alimenti non deve mai avvenire a temperatura ambiente. Meglio far scongelare gli alimenti in frigo.

Recommended Posts

Start typing and press Enter to search