Coronavirus in cucina? Non ci sono prove

Aggiornato il Maggio 30th, 2020 at 01:39 pm

coronavirus

Non ci sono prove della sua trasmissione attraverso il cibo

Al momento non ci sono prove che il coronavirus possa essere trasmesso attraverso il cibo.

CORONAVIRUS IN CUCINA: LE NORME

Il coronavirus ha innescato un forte tam-tam sulle norme igienico-sanitarie da seguire. Tutti abbiamo imparato a starnutire e tossire nel gomito, a lavarci bene le mani, ad usare disinfettanti, ad evitare luoghi affollati. Per contrastare la diffusione del coronavirus (Sars-CoV-2) anche in cucina ci sono poche regole, oltre al normale buonsenso, che è bene conoscere.

Di recente l’Oms ha pubblicato un rapporto dove raccomanda di evitare il consumo di alimenti crudi o poco cotti di origine animale. Carne e pesce sono da cuocere con cura, ma anche uova e latte vanno cucinati e maneggiati con attenzione per evitare la contaminazione incrociata con cibi già cotti o da cuocere.

Quello che possiamo fare per contrastare il coronavirus, è di tenere tutti gli alimenti, cotti e crudi, ben separati durante la fase di conservazione nel frigorifero. Possiamo usare contenitori in vetro e plastica a tenuta ermetica, e rispettare le diverse zone del frigorifero per conservare il resto. Usare sacchetti adatti al freezer e ben chiusi per la conservazione sotto zero, usare anche macchine e sistemi sottovuoto per sigillare meglio gli alimenti.

Al momento non ci sono prove che questo virus possa essere trasmesso attraverso il cibo.

Facciamo attenzione a non usare gli stessi utensili che abbiamo impiegato per il cibo crudo (spatole, mestoli, coltelli vari), anche per quello cotto. Laviamoli spesso e separiamoli sul banco da lavoro. Stessa attenzione anche per i taglieri che devono già essere distinti in base agli usi. Se invece usiamo alimenti industriali, non abbiamo nessun problema di batteri in quanto, la pastorizzazione e le altre tecniche di conservazione industriale, rendono inattive le contaminazioni più frequenti.

Frutta e verdura hanno una superficie diversa dalla carne o dal pesce, questo rende meno persistente la vita dei micro organismi. Tuttavia è sempre meglio un buon lavaggio prima del consumo.

Per quanto riguarda la normale pulizia delle superfici della nostra cucina, è sempre bene tenerle in ordine e pulite. In questo particolare momento (coronavirus) l’uso del normale alcol si rivela efficace al 100%. Si possono usare anche l’acqua ossigenata allo 0,5 e la famosa Amuchina. Queste precauzioni sono più indicate in caso di quarantena che per la normale detersione.

    Ultimo aggiornamento Amazon 2020-08-07 at 15:45

    Articoli Consigliati