fbpx

Frullatore sottovuoto: cos’è e come funziona

 In blog, come fare, elettrodomestici, guide

Il frullatore sottovuoto è la risposta alla preservazione di antiossidanti, vitamine e minerali di frutta e verdura che, una volta frullata, daranno più gusto, densità e colore riducendo la separazione fra liquido e polpa. Tutto quello che un frullatore tradizionale, e uno ciclonico, non possono fare.

Da bambino ho ingurgitato litri e litri di frullato per il solo pensare di bere una pozione miracolosa che mi avrebbe fatto bene, anzi, benissimo! Già, perché come molti bambini, anche io ero di quelli che di frutta non ne voleva sapere, e l’unico modo di mangiarla era quello di berla. La passione per i frullati è svanita con la crescita, come molte altre passioni, ed’è subentrata quella per gli estratti, che trovo molto più salutari, ed ogni volta che ne bevo uno, ricordo quegli anni spensierati e quei boccali dei frullatori colmi di nettare prezioso.

Era una gioia attendere l’ora della merenda per vedersi riempire il bicchiere di frullato con la certezza di leccarsi i baffi dal piacere. Quello che sembrava l’unico modo per preparare i frullati, e che rappresentava una grande certezza per tutti noi, in realtà si è evoluto e trasformato in uno strumento ancora più sano: il frullatore sottovuoto. Ma esattamente, cos’è il frullatore sottovuoto?

frullatori-confronto

COS’È UN FRULLATORE SOTTOVUOTO

Il frullatore sottovuoto è un normale frullatore al quale viene applicato un congegno -interno o esterno- che aspira l’aria nel bicchiere, prima di frullare. Questo sistema serve a mantenere i nutrienti e tutti i principi attivi della frutta. Conosciamo tutti l’importanza dell’ossigeno nella nostra vita, ma in pochi sanno che negli alimenti l’ossigeno abbatte le sostanze nutritive. Questo alimenta i microbi che causano il deperimento. Il frullatore sottovuoto è la risposta alla preservazione di antiossidanti, vitamine e minerali di frutta e verdura che, una volta frullata, daranno più gusto, densità e colore riducendo la separazione fra liquido e polpa.

frullatore sottovuoto differenze

LE DIFFERENZE

Quando si usa un frullatore sottovuoto è inevitabile non vedere le differenze con uno di tipo tradizionale. La prima cosa che salta subito all’occhio è la mancanza della tipica schiuma spumeggiante dei frullati tradizionali. La schiuma è causata dall’aria prodotta dagli alimenti che vengono mescolati di continuo insieme all’aria presente nel boccale. Questo significa che esiste una rottura di tipo nutrizionale degli ingredienti e che il sapore non sarà così forte come quando viene aspirata l’aria prima di frullare.
Un’altra cosa che noteremo è che non avviene la separazione degli ingredienti una volta frullati. Il frullatore sottovuoto emulsiona gli ingredienti rendendoli una miscela omogenea, colorata e più ricca. Con un frullatore tradizionale, dove l’ossigeno è ancora presente, l’emulsione si esaurisce e gli ingredienti più leggeri inizieranno a galleggiare sopra l’acqua presente nel boccale.

frullatore sottovuoto

I VANTAGGI DEL FRULLATORE SOTTOVUOTO

Riduzione della perdita di nutrienti: uno dei vantaggi più importanti della miscelazione sottovuoto è che i frullatori sottovuoto aiutano a proteggere le sostanze nutritive come la vitamina C e le vitamine liposolubili A ed E che sono soggette a degradazione quando esposte all’aria.

Colori brillanti e sapore fresco: non solo gli smoothies creati in un frullatore sottovuoto sono più nutrienti dei normali frullati, ma hanno anche un aspetto e un sapore migliore. Questo perché l’assenza di ossigeno nel contenitore del frullatore impedisce l’ossidazione degli ingredienti e protegge il gusto degli ingredienti freschi.

Gusto fresco e duraturo: i frullatori sottovuoto non solo elaborano tutti gli ingredienti nel vuoto, ma li conservano anche nel vuoto, il che significa che i frullati fatti in casa rimarranno freschi più a lungo.

Meno schiuma: la schiuma prodotta dai frullatori tradizionali gonfia inevitabilmente lo stomaco. Questo per molti rappresenta un problema, troppa aria nel frullato. Con un frullatore sottovuoto, la formazione di aria non esiste.

frullatore-sottovuoto-differenze

FRULLATORE SOTTOVUOTO: BENEFICI

A guardarli bene non si noterà nessuna differenza perché sembrano davvero molto simili fra loro. L’unica differenza, ed’è quella fondamentale, è che i frullatori sottovuoto rimuovono l’aria -dal boccale e dalla frutta- prima di iniziare a miscelare. Come ho spesso ricordato, l’aria è il principale nemico di frutta e verdura che, durante la fase di miscelazione, attiva il processo di ossidazione, rendendo gli ingredienti privi di nutrienti. Ci sono molti vantaggi nell’uso di un frullatore sottovuoto, vediamoli.

I frullati sottovuoto mantengono tutti i principi nutrienti per molto tempo, questo significa che li possiamo preparare al mattino e consumare nell’arco della giornata, senza nessun tipo di perdita di vitamine.

Preparare un frullato sottovuoto significa ottenere una struttura più fine e liscia rispetto al frullatore tradizionale. Le tipiche bolle d’aria, che rendono il frullato a strati ed insapore in alcuni casi, non si verificano in assenza di vuoto. Ogni sorso sarà ricco di consistenza e pieno di nutrienti.

Se conserviamo i frullati sottovuoto in contenitori appositi -anch’essi sigillati e sottovuoto- manterranno la loro consistenza e colorazione fino al momento di berli.

In conclusione, i frullati sottovuoto hanno un colore molto più luminoso ed intenso di quelli tradizionali, una consistenza più liscia e un sapore migliore, rimanendo più freschi a lungo.

ossidazione

COS’È L’OSSIDAZIONE

L’ossidazione inizia nel momento in cui qualsiasi frutto o verdura viene esposto all’aria. Questo è stato un problema per le centrifughe, che normalmente usano un processo ad alta velocità per produrre il succo. L’introduzione degli estrattori a bassa velocità negli ultimi anni ha risolto questo problema. Questi estrattori lavorano usando giri molto bassi, riducendo al minimo l’ossidazione e producendo un succo di qualità molto più elevata di una centrifuga o di un frullatore.
(Leggi la differenza fra estrattore e centrifuga)
Sfortunatamente, con i frullatori non sono possibili basse velocità. I frullatori devono funzionare ad alti regimi per essere in grado di elaborare gli ingredienti in un risultato omogeneo. Semplicemente non c’è modo di aggirare questo. E quelle alte velocità espongono i prodotti al calore e all’ossidazione.

frullatore sottovuoto

FRULLATORE SOTTOVUOTO: QUALE SCEGLIERE

Di frullatori sottovuoto ne esistono una varietà infinita, ma le tipologie sono solo due: all-in-one e con pompe per vuoto separate.
Quelli all-in-one hanno già la pompa per vuoto incorporata nel gruppo del frullatore, che li rende la scelta più conveniente. Sono ben progettati e costruiti per ottimizzare tutte le funzioni, spesso hanno anche più capacità di aspirazione e sono meglio assemblati.
La maggior parte delle soluzioni all-in-one è dotata di un pannello di controllo intelligente, basta premere un singolo pulsante e il frullatore rimuove automaticamente tutta l’aria dal contenitore, iniziando a miscelare in seguito.

I frullatori sottovuoto, con pompa di aspirazione separata, funzionano allo stesso modo. Richiedono il nostro intervento manuale nella fase di aspirazione, prima di iniziare a frullare.

Questa fase manuale a volte non è così pratica e, in alcuni casi, molti di questi modelli sono frullatori normali ai quali è stato solo cambiato il coperchio, inserita una valvola e aggiunto il motore di aspirazione separato. La potenza non è così rapportata a quelli di tipo all-in-one, e quella della pompa di aspirazione a volte è scarsa. Come avrete capito, di differenze ce ne sono molte, e di prezzi anche, facciamo la nostra scelta in base all’utilizzo finale.

I MIGLIORI FRULLATORI SOTTOVUOTO

Recommended Posts

Start typing and press Enter to search