fbpx

Lavastoviglie: come farla durare più a lungo

 In blog, come fare, elettrodomestici, guide, pulire, tutorial

Questo articolo è stato aggiornato il

Una lavastoviglie costosa, o top di gamma, non si pulisce da sola. Ci vuole il nostro intervento per farla durare nel tempo, e svolgere bene il suo lavoro. In questa guida alcune semplici soluzioni alla portata di tutti.

lavare i piatti prima

Una lavastoviglie non curata svolge male il suo lavoro. Anche se abbiamo speso molti soldi per una lavastoviglie top di gamma, di quelle che si puliscono da sole, sappiamo bene che non è proprio così. Questo apparecchio, come molti altri presenti nella nostra cucina, ha bisogno del nostro aiuto per poter durare a lungo e svolgere bene il suo prezioso compito.

Per evitare la formazione di cattivi odori, grasso e residui di sapone non sciolto, dobbiamo tenere sempre sotto controllo il filtro della lavastoviglie. La cattiva igiene di questo elettrodomestico si riversa sul lavaggio delle stoviglie, dando pessimi risultati. Le macchie e gli aloni che troviamo sui bicchieri, o i frammenti di cibo sulle posate, sono un campanello di allarme da non sottovalutare.

La scarsa pulizia, e la poca attenzione, si riverseranno inevitabilmente sulla pompa della lavastoviglie e sui filtri, causando danni e costose riparazioni. Il malfunzionamento non è certo imputabile al detergente usato, ma ad una serie di piccoli accorgimenti che, seppur conosciamo bene, spesso non mettiamo in pratica! Iniziamo in ordine e parliamo di detergenti: quale è meglio usare?

lavastoviglie-pulita

QUALE DETERGENTE USARE

Il detergente in gel si scioglie con estrema facilità a qualsiasi temperatura dell’acqua. È perfetto per eseguire cicli brevi o eco, oltre che per risparmiare acqua e corrente. La sua forza pulente agisce da subito, inoltre lo possiamo dosare da soli ottenendo un considerevole risparmio. In commercio se ne trovano di due tipi e sono validi entrambi: quello normale o il tipo combinato. Il prezzo è in rapporto alla quantità e ai lavaggi dichiarati in etichetta. Calcolando che possiamo dosarlo da soli, il risparmio è assicurato.

Le tabs sono composte da polveri pressate in diversi strati, richiedono programmi di lavaggio lunghi e temperature elevate per potersi sciogliere bene. In commercio esistono diverse tipologie, dalle più basiche a quelle contenenti brillantante, sale e anticalcare. Sono molto costose e non si possono dosare. Proprio perché difficili da sciogliere, le tabs sono la principale causa di rottura della pompa elettrica della lavastoviglie. Inoltre, la polvere poco sciolta durante l’uso, rimane attaccata nei tubi del muro ostruendo il passaggio degli scarichi. Questo comporta costose riparazioni e l’intervento di un idraulico.

Le tabs in gel sono le ultime arrivate sul mercato. Accattivanti nel loro packaging, contengono diversi scomparti riempiti di gel differenti. Questi sono principalmente detergente, sale e brillantante. Le tabs in gel sono costose e non si possono dosare. In alcuni casi, usando cicli con temperature modeste, possono non aprirsi completamente.

detergenti tabs pods

COME CARICARE LA LAVASTOVIGLIE

Per facilitare il lavoro della nostra lavastoviglie, e per evitare cattivi odori, è sempre bene sciacquare le stoviglie sporche prima di riporle nei cesti di lavaggio. Stessa cosa anche per le posate e gli utensili di lavoro. Rimuoviamo qualsiasi etichetta adesiva sui barattoli prima di ogni lavaggio, la carta potrebbe entrare nei tubi di scarico e causare seri problemi. Posizioniamo le stoviglie seguendo gli scomparti predisposti sui cesti. In genere piatti e posate vanno nel cesto in basso, bicchieri e tazze in quello superiore. Facciamo attenzione ai contenitori in plastica e a tutti gli oggetti di uso quotidiano. Per evitare deformazioni causate dall’acqua troppo calda, posizioniamoli sempre nel cesto superiore, lontano dal calore diretto dell’acqua nella vasca.

caricare correttamente il cestello

COSA FARE DOPO OGNI LAVAGGIO

Dopo ogni lavaggio, guardiamo se sono presenti frammenti di cibo all’interno della lavastoviglie. Controlliamo bene il cestello delle posate, dove è più facile trovarne, poi il cestello inferiore ed infine l’area dei filtri. Se sono presenti residui, li possiamo togliere con una pezzetta o, più semplicemente, con della carta cucina.

mantenere-il-filtro-pulito

PULIAMO LO SPORTELLO INTERNO

Durante ogni operazione di carico, è sempre facile sporcare lo sportello interno della lavastoviglie. Con un panno da cucina, raccogliamo i residui e puliamo le macchie che si sono formate. Approfittiamo anche per pulire lo sportello esterno, i suoi comandi e la maniglia.

puliamo lo sportello interno

PERCHÈ PULIRE IL FILTRO INTERNO

Il filtro è l’elemento più importante della lavastoviglie, se non lo puliamo, nulla sarà pulito!
In genere la sua manutenzione è molto facile e richiede pochissimo tempo. Per prima cosa dobbiamo sbloccare il filtro in plastica che si trova nella parte bassa, sotto al braccio lavante. Con acqua calda e una spazzolina, meglio un vecchio spazzolino da denti, strofiniamolo bene anche al suo interno, per rimuovere tutto il grasso accumulato dai lavaggi.

Con una spugnetta laviamo la griglia in acciaio, fuori e dentro e, con lo spazzolino, laviamo il filtro in maglia metallica che circonda il filtro principale in plastica. Rimettiamo tutto a posto seguendo l’ordine esatto o consultando il libretto di istruzioni.

manteniamo il filtro sempre pulito

EFFETTUARE LA PULIZIA INTERNA

Una volta al mese è bene dare una pulizia alla vasca interna in acciaio. Non appena vediamo che l’interno della nostra lavastoviglie non brilla più, significa che è arrivato il momento di pulirlo. Molti di noi preferiscono affidarsi alle pastiglie pulenti, molto costose e poco efficaci. Personalmente preferisco farlo a mano, sono sicuro di poter fare tutto quello che una blanda pasticca non è in grado di garantire.

Dopo aver tolto i due cestelli, possiamo usare dell’aceto puro o diluito per lavare l’interno. Utilizziamo una spugna morbida oppure un panno in microfibra. Laviamo anche le guarnizioni dello sportello e la zona della vaschetta porta sapone. Con del bicarbonato strofiniamo la parte bassa dove si trova la zona filtro. Se siamo pratici, possiamo anche smontare i due bracci lavanti per pulirli con aceto puro. In caso contrario, laviamoli con lo spazzolino imbevuto nell’aceto.

lavastoviglie-pulizia-interna

EFFETTUARE LA PULIZIA ESTERNA

Le impronte digitali sono l’ossessione di tutti gli elettrodomestici in acciaio! La cosa migliore da fare per mantenere lo sportello esterno della lavastoviglie sempre pulito, è quella di usare un buon detergente per acciaio insieme ad un panno in microfibra. Purtroppo non esistono rimedi fai da te per pulire efficacemente l’acciaio, meglio affidarsi ad un buon prodotto per ottenere splendidi risultati. Evitiamo accuratamente prodotti abrasivi, come le creme a base di bicarbonato, e le spugnette di metallo.

tecnico lavastoviglie

IL CURA LAVASTOVIGLIE FAI DA TE

Per eliminare grasso e sporcizia nella lavastoviglie, prevenire muffa o cattivi odori, possiamo adottare questa facile soluzione. Nella cestello superiore della lavastoviglie vuota, posizioniamo un contenitore e lo riempiamo con una tazza -o anche più- di aceto bianco. Scegliamo un ciclo di acqua calda non troppo lungo, e lo avviamo. L’aceto è molto efficace per rimuovere lo sporco grasso, in più igienizza e previene la muffa.

Dopo avere terminato il ciclo con l’aceto, cospargiamo il fondo della lavastoviglie con una tazza di bicarbonato di sodio. Anche in questo caso, scegliamo un ciclo di acqua calda non troppo lungo, e lo avviamo. Il bicarbonato di sodio ci aiuta a mantenere lucenti gli interni in acciaio, oltre a rilasciare un buon profumo di fresco,

A questo punto la nostra lavastoviglie sarà tornata come nuova!
Voglio aggiungere un consiglio, evitiamo di eseguire un ciclo aggiuntivo con la candeggina. Anche se molti lo fanno -o consigliano-, è bene sapere che può danneggiare le parti in acciaio e ridurre la loro durata.

 

programmi lavaggio lavastoviglie

PRENDIAMOCI CURA DELLA LAVASTOVIGLIE SEGUENDO QUESTE SEMPLICI REGOLE

OGNI GIORNO
Puliamo le stoviglie prima di caricarle nei cesti di lavaggio.

Lasciamo lo sportello socchiuso per prevenire cattivi odori ed allungare la durata delle guarnizioni.

Usiamo detergenti in gel per mantenere più pulita la lavastoviglie e con meno residui.

OGNI SETTIMANA
Puliamo le guarnizioni dello sportello, evitiamo gli accumuli di sporco che si formano nella parte bassa vicino alla cerniera. Passiamo un panno umido sulle guarnizioni e sui punti di contatto per mantenerle in buone condizioni.

Puliamo il filtro con una spazzola in acqua calda per rimuovere lo sporco. Più lo teniamo pulito, più le stoviglie saranno pulite e sgrassate.

detersivo lavastoviglie

OGNI MESE
Controlliamo e riempiamo il serbatoio del brillantante, questo ci aiuterà ad avere cristalli sempre splendenti.

Controlliamo e riempiamo il serbatoio del sale, servirà a rendere l’acqua meno calcarea e più leggera nei lavaggi.

Non lasciamo mai la lavastoviglie ferma per troppo tempo. I grassi e i depositi di cibo possono asciugarsi nel tempo e bloccare, o indurire, i tubi.

OGNI ANNO
Eseguiamo una pulizia approfondita della lavastoviglie: filtro, guarnizioni, pareti interne in acciaio e cestelli.

Controlliamo i bracci lavanti. Lo sporco può depositarsi all’interno e ostruire il passaggio dell’acqua dai getti. Possiamo smontarli e pulirli con uno stecchino nei fori di uscita. Oppure laviamoli con l’aceto per eliminare ostruzioni di calcare.

vaschette detersivo lavastoviglie

LAVOSTOVIGLIE A LIBERA INSTALLAZIONE

LAVOSTOVIGLIE DA INCASSO

Recommended Posts

Start typing and press Enter to search

Send this to a friend