Padelle per induzione

PADELLE PER INDUZIONE: COME SCEGLIERLE

Le padelle per induzione non sono tutte uguali, il fondo deve essere pesante e in acciaio, lo sapevate? Ecco la guida all’acquisto per un set di pentole a induzione.

Le padelle per induzione sono molto di moda in questi ultimi anni grazie anche all’avvento dei piani cottura ad induzione nelle nostre case. Questo sistema ha enormi vantaggi, come quello di dimezzare i tempi di cottura, mantenere l’esatta temperatura di calore, offrire risultati migliori e molti altri ancora (leggi la mia guida sul piano cottura ad induzione). La tecnologia ad induzione è diversa da quella tradizionale, per questo motivo le padelle devono essere adatte al sistema o compatibili, cioè che possono essere usate anche sul piano a gas.

Avere un buon set di padelle adatte per questo tipo di piano cottura è fondamentale per ogni appassionato di cucina. In commercio se ne trovano ormai una gran quantità e, come per le padelle tradizionali, anche in questo caso alcune sono scadenti altre invece molto performanti. Data la vasta scelta è meglio conoscere l’argomento per orientarsi meglio all’acquisto.

UTILE DA SAPERE

Il piano cottura ad induzione funziona come una calamita che, alimentata elettricamente, trasferisce il calore alle padelle mediante un campo magnetico. Non tutti i metalli sono adatti a trasferire il calore con questo sistema, ecco perché le pentole normali non funzionano su di esso. Solo l’acciaio e la ghisa possono trasferire il calore, alluminio, vetro e ceramica no. Acciaio (nelle sue diverse lavorazioni) e ghisa sono quindi utilizzati per realizzare i fondi delle pentole adatte all’induzione. Il corpo della padella può anche essere in altri materiali, principalmente alluminio, ma il fondo no.

PADELLE PER INDUZIONE: COME SCEGLIERLE

Come prima cosa pensiamo sempre all’utilizzo che ne dobbiamo fare e se abbiamo posto dove poterla riporre quando non in uso. Scegliamo anche in base al budget che abbiamo a disposizione. Questo è un aspetto importante da considerare, le migliori padelle in commercio hanno un costo più alto dovuto ai differenti set di vendita. È infatti possibile acquistarle, oltre che singolarmente, anche in set da due o tre pezzi in misure diverse. Ci sono anche le batterie di pentole per induzione con all’interno perfino i coperchi in vetro. Spesso investire un budget più alto per una padella per induzione può garantirci un prodotto migliore rispetto alla media, almeno quasi sempre. Come per le padelle antiaderenti, anche in questo caso vanno considerati gli stessi aspetti, cioè i materiali, le vernici atossiche, la possibilità di lavarle in lavastoviglie e la garanzia del produttore.

IL FONDO

Per poter funzionare correttamente deve essere magnetizzato e avere uno spessore tale da condurre il calore in maniera uniforme, riducendo il rischio di eventuali bruciature del cibo in cottura. In alcuni modelli potrebbe essere più spesso, questo per garantire migliore stabilità e uniformità di calore. Importante valutare anche il diametro del fondo che, in genere, deve coprire i 2/3 della della zona di riscaldamento del piano cottura. Questa informazione la possiamo trovare nel cartellino di accompagnamento alla vendita, insieme alla simbologia per altri eventuali utilizzi. Ricordiamoci che la misura del diametro scritta è sempre riferita alla parte superiore della padella, e non al suo fondo.

CONTROLLIAMO I SIMBOLI

Per verificare che la padella sia stata effettivamente progettata per il piano ad induzione, controlliamo il cartellino (dove presente) di accompagnamento. Il simbolo che contraddistingue la categoria è una serpentina stilizzata (come quella nella foto), questa garantisce l’effettivo utilizzo. A seconda delle tipologie di imballaggio del prodotto, possiamo trovare il simbolo stampato sulla scatola di vendita, attaccato al foro del manico con un laccetto e impresso sul fondo della padella stessa.

CONSIGLI SULL'USO

Se acquistiamo on line delle pentole per induzione dobbiamo accertarti che il fondo della padella sia completamente piatto e non irregolare. Un fondo non piatto (irregolare) vibrerà durante la cottura e non si riscalderà uniformemente.

Il fondo più spesso permette una migliore distribuzione del calore con una conseguente cottura uniforme.

I coperchi adatti per questa tipologia di pentole devono essere pesanti per evitare di cascare durante la vibrazione in cottura, oltre che per resistere al loro posto se il cibo all’interno bolle.

Le padelle con il manico in acciaio possono andare anche nel forno, questo significa poter sigillare la carne in cottura sull’induzione e proseguire poi nel forno.

Posizioniamo la padella sul piano cottura in base al diametro del suo fondo. Un diametro inferiore rispetto al piano potrebbe ridurre l’emissione del calore.

Scegliamo manici comodi, robusti ed ergonomici per il nostro set di padelle. Non essendoci la fiamma sotto rimarranno freschi durante le cotture e più pratici da impugnare senza presine.

Se cuciniamo spesso cibi delicati o cotture lente e costanti, un fondo pesante nella pentola aiuta a stabilizzarla sul piano cottura e a restituire un calore uniforme e costante. Queste basi sono normalmente spesse e realizzate in alluminio con rivestimento in acciaio o ghisa.

Se cuciniamo in maniera veloce, le basi a strati con acciaio inox si rivelano le migliori perché si riscaldano subito e reagiscono con prontezza al cambiamento della temperatura che impostiamo.
La base è generalmente meno spessa e la padella più leggera da maneggiare.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Ultimo aggiornamento Amazon 2021-11-30 at 15:55

Articoli consigliati