Pesto ai peperoni: pronto in pochi minuti

pesto-ai-peperoni
pesto-ai-peperoni

Pesto ai peperoni, non solo per condire la pasta

Perfetto per condire la pasta, oltre che per bruschette e formaggi. Mi piace servirlo sulla pasta con una grattugiata di ricotta salata! Preparalo in soli 5 minuti.

DIFFICOLTÀ: facile
PREPARAZIONE: 10 min
COSTO: basso

INGREDIENTI

200 g di peperoni sottolio
100 g di mandorle
100 g di parmigiano
basilico fresco
1/2 spicchio di aglio
olio evo
sale

PESTO AI PEPERONI

PROCEDIMENTO

Il pesto ai peperoni è un ottima salsa che può essere impiegata in diversi modi, non solo per condire la pasta. Se amate la cucina tradizionale, e avete tempo per farla, iniziate a cuocere i peperoni al forno, a spellarli e a tagliarli a pezzi. Io, preferisco usare i peperoni sottolio che compro al supermercato, in alternativa quelli fatti in casa da zia Paola! Per questa preparazione ci aiutiamo con un mixer ad immersione, oppure con un mini robot da cucina.

Scoliamo dall’olio di conservazione i peperoni, poi li tagliamo grossolanamente per metterli nel bicchiere cutter del frullatore ad immersione. Uniamo 1/2 spicchio di aglio (lo possiamo anche omettere si ci disturba), le mandorle e il basilico. Chiudiamo e procediamo a frullare a piccoli impulsi, quindi non in maniera continuativa, per non stressare il basilico. Apriamo il cutter e uniamo il parmigiano grattugiato, una presa di sale e l’olio evo. Frulliamo ancora a impulsi ma per più tempo.

In questo modo otteremo un pesto ai peperoni con una consistenza granulosa, se invece frulliamo in maniera continua, otteremo una salsa omogenea. In base all’utilizzo che ne vogliamo fare possiamo decidere il tipo di consistenza. L’importante è non scaldare troppo il pesto durante la lavorazione perché il basilico tende a diventare amaro. Terminata la preparazione possiamo mettere la salsa in frigorifero fino al momento dell’utilizzo. La possiamo conservare per diversi giorni, oppure congelare in piccole porzioni da usare quando vogliamo.

SUGGERIMENTO

La ricetta del pesto ai peperoni può essere variata anche con altri ingredienti, possiamo aggiungere della ricotta fresca per renderlo più delicato.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Pesto greco: l’alternativa perfetta

pesto greco
pesto greco

La feta protagonista in un intenso equilibrio di sapori

Il pesto greco è l’alternativa al solito, buono, pesto alla genovese. Questa ricetta si prepara in 5 minuti: provala anche tu.

DIFFICOLTÀ: facile
PREPARAZIONE: 10 min
COSTO: basso

INGREDIENTI

70 g olive nere
50 g di feta
foglie di menta
1 spicchio di aglio
succo di limone
olio evo

PESTO GRECO

PROCEDIMENTO

Per la preparazione del pesto greco abbiamo bisogno di un frullatore ad immersione e dell’accessorio cutter. In alternativa è perfetto anche un mini robot da cucina. Nel bicchiere con le lame inseriamo le olive nere denocciolate, uno spicchio di aglio e qualche foglia di menta. Non abbiamo paura ad usare la menta in queste preparazioni perché è una chiave vincente! Ora tagliamo a cubetti della feta e la uniamo agli altri ingredienti, possiamo anche spezzettarla con le mani se vogliamo. Aggiungiamo l’olio evo ed un goccio di succo di limone, chiudiamo il cutter e procediamo a frullare a impulsi per ottenere una consistenza granulosa. Personalmente amo il pesto poco frullato, trovo piacevole la sensazione di riconoscere gli ingredienti al palato, al contrario di una salsa troppo liscia e lavorata.

Se vediamo che il composto risulta troppo asciutto, non dobbiamo fare altro che aggiungere ancora dell’olio evo o un goccio di succo di limone. Usiamo il pesto greco come condimento per un pasta fredda, magari aggiungendo qualche pomodorino e oliva nera. Questa salsa è perfetta anche da spalmare su dei crostini di pane, magari per un apertivo fra amici. In questo caso, dopo averlo preparato, lo lasciamo riposare almeno un’ora in frigorifero. In questo modo si compatterà maggiormente e risulterà migliore da spalmare.

POTREBBE INTERESSARTI

Questo condimento è ideale per la preparazione di una buona pasta fredda. Sai come preparare la pasta fredda senza fare errori? Ho scritto questa guida “Pasta fredda: come prepararla“ per aiutarti: la puoi leggere qui.

SUGGERIMENTO

Usiamo il pesto greco per condire una buona pasta fredda. Scegliamo delle mezze maniche e condiamo con olive nere, pomodorini, cipolla rossa tagliata sottile e foglie di basilico. Un generoso filo di olio evo per condire insieme al pesto.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Pesto al basilico

pesto-alla-genovese
pesto-alla-genovese

dal mortaio ai frullatori ad immersione, Ecco come preparare il pesto al basilico

Tipico condimento della Liguria, il pesto al basilico è una salsa a base di basilico che viene pestato nel mortaio di pietra insieme ai pinoli e all’aglio. La preparazione a freddo del pesto al basilico, lascia intatto il profumo e l’aroma di questa pianta, molto amata in Italia. Perfetto da usare sulla pasta, negli aperitivi e in molte altre preparazioni.

DIFFICOLTÀ: facile
PREPARAZIONE: 15 min
COSTO: medio

INGREDIENTI

1 ciuffo di basilico fresco
1/2 spicchio di aglio
50 gr di pinoli
50 gr di pecorino
25 gr di parmigiano
olio extra vergine d’oliva

PESTO AL BASILICO

PROCEDIMENTO

Il pesto al basilico si può preparare seguendo il metodo tradizionale con mortaio e pestello. Io preferisco usare un frullatore ad immersione, ma anche un mini robot va benissimo. Laviamo il basilico sotto un getto gentile di acqua fredda, senza strofinarlo fra le dita. Lo adagiamo su alcuni fogli di carta assorbente e lo lasciamo riposare affinché possa scolare naturalmente l’acqua. Evitiamo di stressarlo per lasciare intatto il suo profumo. In un frullatore mettiamo i pinoli, l’olio evo, l’aglio e un pizzico di sale. Poi il pecorino romano e il parmigiano. Tamponiamo delicatamente le foglie di basilico e le mettiamo insieme agli atri ingredienti nel frullatore.

Procediamo a frullare a piccoli impulsi per evitare di scaldare troppo le foglie di basilico che, con il calore, cambiano profumo e aroma. Se vediamo che il pesto risultasse troppo denso, possiamo aggiungere ancora dell’elio evo. Se invece risultasse troppo liquido, per il troppo olio evo, possiamo aggiungere ancora del pecorino o parmigiano. Per ottenere una buona salsa, consiglio di tenere in freezer gli ingredienti principali per almeno un ora, in questo modo il suo colore sarà bello verde. Guarda il video della ricetta qui sotto.

SUGGERIMENTO

Il pesto al basilico può essere congelato in mono porzioni in contenitori di stagnola o in stampi per ghiaccio. Copriamolo con un filo di olio evo per evitare che si ossidi a contatto con l’aria. Basterà scongelarlo qualche ora prima della preparazione della nostra pasta.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Pesto di zucchine: pronto in pochi minuti

pesto di zucchine
pesto di zucchine

È la variante del più famoso pesto genovese.

Il pesto di zucchine è perfetto per condire la pasta, oltre che per bruschette, carne e formaggi. Mi piace preparalo a crudo e servirlo sulla pasta con una grattugiata di ricotta salata! Preparalo in soli 5 minuti.

DIFFICOLTÀ: facile
PREPARAZIONE: 10 min
COSTO: basso

INGREDIENTI

2 zucchine romane
50 g parmigiano
30 g mandorle bianche
olio evo
basilico fresco
1/2 spicchio di aglio
sale

 

PESTO DI ZUCCHINE

PROCEDIMENTO

Personalmente amo preparare il pesto di zucchine a crudo con ingredienti freschi e ben scelti, procedendo in maniera alternativa alla classica preparazione. Se invece preferiamo seguire la ricetta classica, possiamo sbollentare le zucchine per 5 minuti. Per prima cosa lavo le zucchine e le privo delle estremità, poi le taglio in 4 parti e ancora a tocchetti. Nel vaso tritatutto di un frullatore ad immersione, metto le mandorle bianche già sgusciate, l’aglio, il parmigiano e procedo a frullare qualche istante. Poi inserisco le zucchine, le foglie di basilico ben lavate ed asciugate, ed infine l’olio evo.

Continuo a frullare ad intermittenza, agendo sul bottone del motore senza tenerlo premuto in maniera continua. In questo modo ottengo un composto granuloso senza stressare il basilico che, al troppo calore delle lame, si ossida e cambia sapore diventando amaro. Questa consistenza è perfetta per la pasta e la possiamo preparare nel tempo della sua cottura. Appena scolata e condita, vi consiglio una grattugiata di ricotta salata: un sapore che non dimenticherete facilmente! Per questa preparazione usiamo un frullatore ad immersione e l’accessorio vaso tritatutto. Quì puoi leggere come usare un frullatore ad immersione.

SUGGERIMENTO

Il pesto di zucchine è perfetto per condire crostini di pane, carne e formaggi dolci. Per questo utilizzo è meglio lasciarlo riposare almeno 30 minuti in frigorifero.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Hummus di ceci

hummus di ceci
hummus di ceci

L'hummus di ceci arriva dal Libano ed è molto apprezzato anche in Italia

L’hummus di ceci è una salsa a base di ceci con della pasta di semi di sesamo. È spesso usato per accompagnare le verdure crude, ma è perfetto anche per un aperitivo. Prepariamolo insieme con qualche piccola variante.

DIFFICOLTÀ: facile
PREPARAZIONE: 10 min
COSTO: basso

INGREDIENTI

300 g di ceci precotti
50 g di semi di sesamo
acqua calda q.b.
succo di limone
olio evo
1 cucchiaino di paprika
1 cucchiaino di curry
1 spicchio di aglio
sale e pepe q.b.

HUMMUS DI CECI

PROCEDIMENTO

L’hummus di ceci si prepara davvero in poco tempo. Per questa ricetta abbiamo bisogno di un frullatore ad immersione. Apriamo un barattolo di ceci che sciacquiamo bene sotto l’acqua per togliere il siero di conservazione. Questa è un’operazione da fare sempre con i legumi in scatola. Scaldiamo una padella sul fuoco e, non appena calda, uniamo i semi di sesamo per farli tostare dolcemente a fiamma bassa. Nel bicchiere del frullatore mettiamo i ceci lavati e scolati e i semi di sesamo tostati. Procediamo a pulire un cipollotto fresco, tagliamo le due estremità e pratichiamo un taglio leggero al centro per togliere il primo strato esterno. Lo dividiamo a metà e lo tagliamo a pezzetti. Guarda il video della ricetta qui sotto.

Lo aggiungiamo nel frullatore ad immersione insieme a uno spicchio di aglio, della paprika in polvere e del curry. Per creare una nota acida all’interno dell’humus di ceci, aggiungiamo il succo di mezzo limone, dell’olio extra vergine di oliva e del sale. Una volta terminati tutti gli ingredienti, aggiungiamo dell’acqua calda poco per volta, per evitare di ottenere un composto troppo liquido. Frulliamo tutti gli ingredienti per alcuni istanti, fino ad ottenere la consistenza desiderata. A piacere, possiamo aggiungere qualche foglia di prezzemolo e del pepe. Ora posiamo servire il nostro hummus di ceci! Lo accompagnano con qualche crostino ricavato da una fetta di pane tostato!

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Spaghetti aglio, olio e peperoncino, rivisitati

spaghetti-aglio-olio-e-peperoncino-rivisitati
spaghetti-aglio-olio-e-peperoncino-rivisitati

Uno dei primi piatti più facili da preparare

Gli spaghetti aglio olio e peperoncino rivisitati, sono veloci da preparare e, con qualche piccolo accorgimento, possono diventare un primo piatto gourmet. Sono uno dei primi piatti italiani più semplici da preparare, indicato per le prime esperienza in cucina.

DIFFICOLTÀ: facile
PREPARAZIONE: 10 min
COTTURA: 15 min
COSTO: basso

INGREDIENTI

100 g di spaghetti
pane raffermo
1/2 spicchio di aglio
peperoncino q.b.
prezzemolo q.b.
olio evo

SPAGHETTI AGLIO OLIO E PEPERONCINO RIVISITATI

PROCEDIMENTO

Gli spaghetti aglio olio e peperoncino sono rivisitati sempre nella tradizione povera italiana. Il pangrattato era il parmigiano dei poveri, si usava metterlo al suo posto. Iniziamo la preparazione proprio dal pangrattato e usiamo un frullatore ad immersione per questo. Rompiamo una fetta di pane raffermo nel bicchiere del frullatore ad immersione. Lo frulliamo per qualche istante senza farlo diventare pangrattato! Ci serve una consistenza grezza. Scaldiamo una padella antiaderente sul fuoco con dell’olio extra vergine d’oliva. Appena caldo, versiamo le briciole di pane e le lasciamo cuocere a fiamma vivace rigirandole spesso per non farle bruciare. Appena tostato, leviamo il pane e lo mettiamo da parte. Puliamo la padella con un pezzo di carta assorbente e la rimettiamo sul fuoco.

 
Versiamo dell’olio evo, mezzo spicchio di aglio tritato, mezzo cucchiaino di peperoncino fresco e dell’abbondante prezzemolo. Lasciamo cuocere a fiamma gentile per non far bruciare l’olio. Nel frattempo, con delle pinze da cucina o un forchettone, scoliamo gli spaghetti molto al dente direttamente nella padella col condimento. Usiamo qualche mestolo di acqua della pasta per terminare la cottura degli spaghetti in padella. Grazie all’amido presente si formerà una deliziosa cremina con tutti gli ingredienti. Mantechiamo per alcuni minuti, versiamo la metà del pane tostato senza fare asciugare il condimento. Serviamo gli spaghetti aglio, olio e peperoncino con il rimanente pane come fosse parmigiano. Guarda il video della ricetta qui sotto.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Spaghetti alla puttanesca

spaghetti alla puttanesca
spaghetti alla puttanesca

Ingredienti semplici e freschi per una tradizione in perfetto stile italiano.

Gli spaghetti alla puttanesca hanno origini napoletane, con una serie di aneddoti divertenti alle spalle. Sono un primo piatto facile da preparare e decisamente saporito!

DIFFICOLTÀ: facile
PREPARAZIONE: 20 min
COTTURA: 20 min
COSTO: basso

INGREDIENTI

100 g di spaghetti
1 alice sott’olio
1 manciata di olive nere
1/2 spicchio d’aglio
1 cucchiaio di capperi
100 g di passata di pomodoro
prezzemolo
peperoncino
olio evo

SPAGHETTI ALLA PUTTANESCA

PROCEDIMENTO

Gli spaghetti alla puttanesca sono un primo piatto tipico della pasta italiana, adatto in molte situazioni. Il suo sapore particolare rende ogni forchettata un festa per i nostri sensi. L’uso di ingredienti freschi, come il sempice pomodoro, conferiscono a questa ricetta la non stagionalità. Guarda il video della ricetta qui sotto.

Iniziamo la nostra preparazione scaldando -a fuoco medio- una padella antiaderente con dell’olio evo e mezzo spicchio d’aglio. Aggiungiamo l’alice per farla fondere nell’olio, ci aiutiamo con una spatola. Nel frattempo, tritiamo grossolanamente un cucchiaio di capperi e tagliamo a rondelle una manciata di olive nere che versiamo in padella insieme a del peperoncino.

Lasciamo cuocere a fiamma bassa per alcuni minuti, poi uniamo la passata di pomodoro e una manciata di prezzemolo fresco. Proseguiamo la cottura a fiamma media per 10 minuti, o il tempo che la pasta raggiunga la cottura. Lessiamo gli spaghetti in acqua bollente leggermente salata. Ricordiamoci che questo condimento è già sapido, facciamo attenzione a salare l’acqua di cottura. Scoliamo gli spaghetti direttamente nella padella con la salsa che abbiamo preparato.

Mantechiamo qualche istante aggiungendo dell’acqua di cottura se fosse necessario. Se vediamo che la pasta risulta troppo asciutta, preferiamo l’acqua di cottura all’olio evo. Serviamo gli spaghetti alla puttanesca arrotolandoli in un mestolo, per conferire la classica forma a nido. Guarniamo il piatto con del prezzemolo tritato, un filo di olio evo e qualche avanzo di cappero e oliva.

LE MIGLIORI PENTOLE PER PASTA

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Funghi trifolati

funghi-trifolati
funghi-trifolati

Pochi minuti per un contorno semplice e gustoso

I funghi trifolati sono un contorno classico e semplice da preparare. Indicati per accompagnare i secondi piatti a base di carne e perfetti anche come seconda portata leggera! I funghi sono una preparazione base spesso usata per i ripieni di torte salate, insieme ad altri ingredienti.

DIFFICOLTÀ: facile
PREPARAZIONE: 5 min
COTTURA: 20 min
COSTO: basso

INGREDIENTI

250 gr di funghi
1 spicchio di aglio
prezzemolo
succo di limone
olio extra vergine d’oliva
sale e pepe q.b.

FUNGHI TRIFOLATI

PROCEDIMENTO

I funghi trifolati sono molto semplici da cucinare.Prima di iniziare la preparazione è bene sempre lavare i funghi perché, anche se comprati al supermercato in splendide confezioni, conservano residui di terra che sarebbero fastidiosi da trovare in bocca. Quindi, li mettiamo in ammollo in un recipiente, oppure in uno scolapasta e li passiamo bene sotto il getto dell’acqua. Mettiamo sul fuoco una padella antiaderente con dell’olio evo, non appena sarà caldo aggiungiamo lo spicchio d’aglio ad insaporirlo. Nel frattempo tamponiamo i funghi dall’acqua eccessiva e li versiamo direttamente nella padella. Li rigiriamo spesso con una spatola per fare in modo di bagnarli nell’olio caldo e profumato, lasciandoli andare a fiamma vivace per circa 20 minuti.

Sarà proprio questa che aiuterà i funghi a perdere la loro naturale acqua, asciugandoli durante la cottura e preparandoli al risultato finale. Aggiungiamo il sale e il pepe e rigiriamo ancora. Non appena l’acqua sarà evaporata, abbassiamo la fiamma per una cottura gentile e uniamo del succo di limone che restringerà i funghi nell’ultima parte della cottura. Lasciamo quindi evaporare il tutto e uniamo il prezzemolo. Qualche minuto a fiamma vivace per poi servire. Il risultato sarà notevolmente ridotto rispetto al volume dei funghi appena acquistati. Guarda il video della ricetta qui sotto.

SUGGERIMENTO

I funghi trifolati sono una preparazione base per la realizzazione di alcune torte rustiche, come la variante della quiche lorraine. Basta aggiungere della ricotta, un uovo e del parmigiano per ottenere un gustoso ripieno da aggiungere alla base di pasta sfoglia.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Zucchine veloci in padella

zucchine-veloci-in-padella
zucchine-veloci-in-padella

La velocità in cucina è un must

Da sempre le zucchine sono il contorno ideale. Leggere e poco caloriche, si prestano per molte ricette, e il loro utilizzo in cucina non ha confini.

DIFFICOLTÀ: facile
PREPARAZIONE: 10 min
COTTURA: 20 min
COSTO: basso

INGREDIENTI

2 zucchine
1 dado da brodo
1 spicchio di aglio
olio extra vergine d’oliva
sale e pepe q.b.

ZUCCHINE VELOCI IN PADELLA

PROCEDIMENTO

Le zucchine veloci in padella sono uno dei classci contorni che troviamo spesso in tavola. Quando decidiamo la preparazione di questo contorno, possiamo anche esagerare sulla quantità perchè il giorno dopo sarannao perfette da riutilizare per una primo piatto, una torta salata o in una frittata! Laviamo bene le zucchine e le asciughiamo. Tagliamo le due estremità, poi a metà per il senso della lunghezza, e ancora a metà. Le raggruppiamo sul tagliere e iniziamo a tagliarle a tocchetti spessi poco più di mezzo centimetro. Ricordiamoci sempre che se tagliamo la verdura a pezzi piccoli cuocerà più in fretta di grosse fette. Mettiamo sul fuoco una padella antiaderente che facciamo scaldare con dell’olio evo, aggiungiamo uno spicchio di aglio e lasciamo intiepidire. Mettiamo le zucchine in padella a soffriggere per qualche istante girandole spesso.

 
Uniamo il sale, il pepe e il dado spezzettato con un po di acqua per farlo sciogliere meglio, questo darà il giusto sapore alle zucchine. Copriamo e lasciamo cuocere a fiamma vivace per 10 minuti, ricordandoci di rigirarle ogni tanto con una paletta di legno. Trascorso il tempo, togliamo l’aglio e il coperchio. Proseguiamo la cottura a fiamma moderata per eliminare l’acqua in eccesso senza renderle mollicce. L’ultima parte della cottura la facciamo a fiamma vivace per renderle leggermente croccanti. Lasciamo riposare qualche minuto prima di servire le zucchine veloci in padella. Guarda il video della ricetta qui sotto.

SUGGERIMENTO

Questo contorno può essere congelato in pratici contenitori per il freezer. Oppure ricilato con grande facilità per fare delle frittate, come condimento per la pasta con l’aggiunta di un cuchhiaio di pesto ala basilico.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Arrosto alle prugne: l’alternativa della domenica

arrosto-alle-prugne
arrosto-alle-prugne

Gusto e colore per l'arrosto alternativo della domenica

L’arrosto alle prugne è l’idea giusta per cambiare il solito arrosto della domenica. Il suo gusto particolare è dato dall’uso delle prugne in cottura.

DIFFICOLTÀ: media
PREPARAZIONE: 10 min
COTTURA: 30 min
COSTO: medio

INGREDIENTI

400 gr di rollè di vitello
1/2 spicchio di aglio
1/2 bicchiere id vino bianco
1/2 l. di brodo
10 prugne denocciolate
olio extra vergine d’oliva
sale e pepe q.b.

ARROSTO ALLE PRUGNE

PROCEDIMENTO
L’ arrosto alle prugne è molto semplice da preparare e rappresenta davvero l’alternativa a quello più classico. Per iniziare la nostra ricetta scaldiamo a fuoco basso una casseruola antiaderente con dell’olio evo e con 1/2 spicchio di aglio. Appena caldo immergiamo il rollè di vitella facendolo rosolare bene, anche alle estremità, per fare in modo che la carne sia completamente sigillata e cotta esternamente. Questa fase deve durare diversi minuti. Subito dopo, versiamo 1/2 bicchiere di vino bianco e lasciamo evaporare, uniamo sale e pepe e metà del brodo, circa 250 ml. Ora uniamo le prugne denocciolate, le possiamo anche tagliare a pezzetti, le mettiamo tutte intorno all’arrosto. Lasciamo riprendere il bollore a fuoco dolce e copriamo con un coperchio.

A metà cottura rigiriamo la carne e versiamo il brodo rimasto. Per preparare la salsina prendiamo tutto il fondo di cottura dell’arrosto (prugne comprese) e lo frulliamo con un frullatore ad immersione. Terminata la cottura, lasciamo riposare l’arrosto prima di togliere la tipica retina per poi affettarlo. Tagliamo delle fette non troppo spesse, circa 1/2 cm, e le disponiamo nel piatto per poi ricoprirle con la salsa appena fatta. Le restanti fette le possiamo congelare in mono porzioni comprese di salsa, pronte per essere scongelate e scaldate in un altro momento. Guarda il video della ricetta qui sotto.

SUGGERIMENTO

La salsa di condimento è la parte fondamentale negli arrosti per evitare che siano troppo asciutti. A fine cottura, si raccoglie tutto il condimento della casseruola nel bicchiere di un frullatore ad immersione o in un classico mini robot da cucina, e si procede a frullare fino ad ottenere una cremina. Se dovesse risultare troppo asciutta possiamo aggiungere del brodo o dell’acqua tiepida. In caso fosse troppo liquida la mettiamo in un padellino sul fuoco con un cucchiaio di farina (meglio la maizena) e lasciamo rapprendere la salsa a fuoco bassissimo!

I MIGLIORI

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube