Tapenade: più di un patè di olive

tapenade
tapenade

Non è un paté di olive, come molti credono, ed’è molto famosa in Provenza dove è nata.

La tapenade è una salsa a base di olive, capperi, acciughe, aglio e olio evo. Spesso usata come antipasto, è ottima anche per condire un piatto di pasta. Il suo sapore è decisamente superiore di qualsiasi patè di olive.

STRUMENTI UTILI

DIFFICOLTÀ: facile
PREPARAZIONE: 10 min
COSTO: basso

INGREDIENTI

70 g di olive nere denocciolate
70 g di olive verdi denocciolate
30 g di capperi dissalati
4 filetti di acciughe sottolio
olio evo
1/2 spicchio di aglio (facoltativo)
succo di limone (facoltativo)

TAPENADE

PROCEDIMENTO

Per questa preparazione possiamo usare un frullatore ad immersione o un mini robot da cucina. È molto importante avere degli ingredienti di qualità, come le olive e l’olio evo, per una buona riuscita di questa salsa. Iniziamo la preparazione della tapenade mettendo le olive nel vaso tritatutto di un frullatore ad immersione. Ora aggiungiamo l’olio evo fino a coprire la lama più bassa del cutter, poi i capperi e le acciughe. Io uso quelle sott’olio, se usiamo quelle sotto sale è molto importante lavarle bene per eliminare il sale in eccesso. Stessa cosa anche per i capperi sotto sale, altrimenti verrebbe molto salata. Nella ricetta originale andrebbe messo lo spicchio di aglio, preferisco invece aggiungere del succo di limone per rendere la tapenade più stuzzicante! Guarda il video della riceta qui sotto.

A questo punto possiamo chiudere il vaso tritatutto col suo coperchio e frullare per alcuni istanti, volendo anche con dei piccoli impulsi. Sulla consistenza voglio spendere qualche parola in più, si tratta di una salsa e non di una mousse, evitiamo di frullare troppo la tapenade! Meglio ottenere una consistenza granulosa più piacevole al nostro palato, quindi frulliamola di meno. Mettiamo la tapenade a riposare in frigorifero per qualche minuto.
 Intanto possiamo preparare del pane tostato da dividere a piccoli porzioni, sulle quali spalmare la nostra tapenade!

SUGGERIMENTO

Per un aspetto più rustico di questa salsa, possiamo tritare al coltello tutti gli ingredienti. Li sminuzziamo finemente, volendo anche con una mezza luna,  e poi li mettiamo in una coppetta. Aggiungiamo olio e limone e lasciamo macerare la tapenade in frigorifero per almeno 2 ore.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Mousse di tonno: la ricetta veloce

mousse di tonno
mousse di tonno

Veloccissima da preparare, questa mousse è perfetta sempre!

La mousse di tonno è uno di quegli antipasti che, una volta imparata la preparazione, troverà sempre posto sulla nostra tavola! Perfetta anche come aperitivo da spalmare sui crostini, o per farcire un panino con fette di tonno.

STRUMENTI UTILI

DIFFICOLTÀ: facile
PREPARAZIONE: 10 min
COSTO: basso

INGREDIENTI

80 g di tonno sottolio
80 g di formaggio spalmabile
1 cucchiaio di capperi
2 alici sottolio
olio evo

MOUSSE DI TONNO

PROCEDIMENTO

Per preparare la mousse di tonno ci vogliono pochissimi istanti e un frullatore ad immersione col suo accessorio tritatutto. Nel bicchiere con le lame mettiamo il tonno con il suo olio di conservazione, senza sgocciolarlo, poi aggiungiamo il formaggio spalmabile a pezzetti. Uniamo i capperi e le alici sottolio, se vogliamo possiamo mettere anche del peperoncino. Chiudiamo il cutter e procediamo a frullare per un minuto circa, il tempo che tutti gli ingredienti si amalgamino fra loro. Se vogliamo un sapore ancora più buono, usiamo la robiola al posto del formaggio spalmabile. Versiamo la mousse in una coppetta e lasciamo riposare in frigorifero per 30 minuti prima di servirla. Nel frattempo possiamo preparare dei crostini di pane sui quali spalmare la nostra mousse di tonno. Possiamo conservarla in frigorifero per non più di 3 giorni.

SUGGERIMENTO

Se vogliamo creare un contrasto acido alla mousse di tonno, possiamo aggiungere la scorza grattugiata di un limone non trattato, oppure un goccio del suo succo.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Tagliolini burro e alici con pane croccante

tagliolini-burro-e-alici con pane croccante
tagliolini-burro-e-alici con pane croccante

La cucina povera romana e i suoi classici

I tagliolini burro e alici con pane croccante sono uno dei condimenti più diffusi della cucina povera romana che accompagna diversi tipi di pasta. Io preferisco abbinarlo ai tagliolini all’uovo, una pasta fresca porosa che regala diverse sensazioni al palato!

DIFFICOLTÀ: facile
PREPARAZIONE: 10 min
COTTURA: 10 min
COSTO: basso

INGREDIENTI

100 g di tagliolini
5 alici sottolio
pane raffermo
30 g di burro
prezzemolo

TAGLIOLINI BURRO E ALICI CON PANE CROCCANTE

PROCEDIMENTO

I tagliolini burro e alici con pane croccante sono uno di quei piatti che non richiede nessuna abilità ai fornelli! Mentre l’acqua raggiunge il bollore per lessare i tagliolini, iniziamo a bruscare qualche fetta di pane avanzato sulla piastra o padella antiaderente, fino a renderlo croccante. Lo lasciamo freddare e lo tagliamo al coltelo per ridurlo in briciole a grana grossa, oppure lo spezziamo con le mani, in maniera molto semplice.

Scaldiamo una padella antiaderente e prepariamo il condimento sciogliendo delicatamente il burro a fuoco basso, in questa fase è importante non esagerare con il calore perchè rischiamo di bruciare facilemnte il burro. Qualche istante e aggiungiamo le alici sottolio che, grazie al calore, inizieranno a sfaldarsi fino a diventare una crema insieme al burro. Lessiamo i tagliolini per circa 3 minuti e poi li scoliamo direttamente nella padella con il condimento.

Aggiungiamo un mestolo di acqua di cottura e mantechiamo la pasta dolcemente senza stressarla troppo, in fondo è sempre una pasta fresca all’uovo vanto della pasta italiana. Non aspettiamo che la pasta si asciughi troppo durante questa fase, impiattiamola ancora succosa. Cospargiamo i tagliolini con pane croccante che abbiamo preparato in precedenza e, a piacere, del prezzemolo fresco tritato al coltello. Serviamo i nostri tagliolini burro e alici con pane croccante.

SUGGERIMENTO

Se non abbiamo il burro per sciogliere le alici, possiamo usare l’olio evo. Se non abbiamo le alici sottolio, possiamo usare anche della pasta di alici in tubetto. In questo caso sarebbe meglio scioglierla con del burro.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Spaghetti in salsa di pomodori secchi

spaghetti-in-salsa-di-pomodori-secchi
spaghetti-in-salsa-di-pomodori-secchi

Sperimentare in cuina è sempre molto divertente

Gli spaghetti in salsa di pomodori secchi sono un primo piatto frutto di riciclaggio di ingredienti trovati nella dispensa. Il mondo delle salse non conosce confini e la pasta è un ottimo alleato in questo senso!

DIFFICOLTÀ: facile
PREPARAZIONE: 12 min
COTTURA: 15 min
COSTO: basso

INGREDIENTI

100 g di spaghetti
50 g di pomodori secchi
30 g di mandorle
30 g di parmigiano
basilico fresco
1 acciuga sott’olio
olio evo

SPAGHETTI IN SALSA DI POMODORI SECCHI

PROCEDIMENTO

Gli spaghetti in salsa di pomodori secchi sono un primo piatto perfetto quando hai la dispensa vuota o non vuoi andare a fare la spesa. Molte idee in cucina, nascono proprio dal riciclaggio di avanzi di barattoli o alimenti prossimi alla scadenza. Non a caso, il cibo povero è sempre di grande tendenza… e i ristoranti lo sanno bene.

Iniziamo la preparazione del condimento, mentre aspettiamo che l’acqua raggiunga il bollore per cuocere gli spaghetti. Sgoccioliamo i pomodori secchi dall’olio di conservazione e li tagliamo a pezzettini. Li mettiamo in un frullatore ad immersione insieme alle mandorle, l’acciuga, il basilico fresco ed un generoso filo di olio evo. Frulliamo a intermittenza, senza tenere premuto di continuo, per ottenere una salsa granulosa e non liscia come una vellutata. Ci fermiamo dopo qualche istante per unire il parmigiano e, se dovesse risultare troppo asciutta, aggiungiamo ancora dell’olio evo.

Frulliamo la salsa senza ridurla un omogeneizzato! Scaldiamo una padella antiaderente sul fuco con un filo di olio evo. Mettiamo qualche cucchiaio della salsa appena preparata e la stemperiamo con mezzo mestolo di acqua di cottura della pasta. Con un forchettone, scoliamo gli spaghetti molto al dente direttamente nella padella e proseguiamo la loro cottura aggiungendo acqua dalla pentola.

Qualche minuto per mantecare gli spaghetti con la salsa ai pomodori secchi, poi togliamo dal fuoco e serviamo gli spaghetti in salsa di pomodori secchi. Possiamo decorare il piatto con scaglie di mandorle o pezzettini di pomodoro sott’olio. A me piace aggiungere anche del pangrattato sopra, come se fosse parmigiano, provateci.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube