Costolette di agnello ai lamponi

costolette-di-agnello-ai-lamponi

COSTOLETTE DI AGNELLO NON SOLO PER LE FESTE

Le costolette di agnello ai lamponi sono perfette per gli intolleranti al glutine e al lattosio. Si preparano in poco tempo e sono una vera e propria gioia di colore e sapore. Facili anche per chi è alle prime armi in cucina.

CONSIGLIATI PER QUESTA RICETTA

DIFFICOLTÀ: FACILE
PREPARAZIONE: 10min
COTTURA: 20 min
COSTO: medio

INGREDIENTI

3 costolette di agnello
200 g di lamponi
erba cipollina
1/2 bicchiere di vino bianco
aceto balsamico
zucchero
burro
aglio
pepe rosa
sale

COSTOLETTE DI AGNELLO AI LAMPONI

PROCEDIMENTO

Le costolette di agnello ai lamponi sono un secondo piatto alternativo e interessante per il connubio di sapori decisi. Sicuramente è adatto al menù di Natale o alle ricette per la tavola di Pasqua, perfetto anche per quelle cene dove si vuole stupire l’ospite con poca fatica. La vivacità del piatto e i sapori sono meravigliosi e possono accontentare degnamente i nostri amici intolleranti al lattosio e al glutine.

Scegliere una padella antiaderente dove sciogliere il burro a fuoco basso con qualche fettina sottile di aglio, privato dalla parte amara interna. Disponiamo le costolette di agnello e cuociamo dolcemente da ambo i lati sfumando con il vino bianco e la metà dei lamponi. Regoliamo di sale e qualche goccia di aceto balsamico, secondo il nostro gusto. Appena saranno cotte le togliamo dal fuoco e le facciamo riposare in un piatto coperte da un foglio di alluminio per mantenere il calore.

Nella stessa padella antiaderente versiamo un goccio di acqua per recuperare il fondo di cottura, sempre a fiamma bassa, poi uniamo i lamponi rimasti e un cucchiaio di zucchero. Facciamo fondere i lamponi con dei granelli di pepe rosa che sbricioliamo con le mani, qualche goccia di aceto balsamico e formiamo una salsina. Pochi minuti di cottura saranno sufficienti finché non vedremo sfaldarsi i lamponi e fondersi con lo zucchero. Se necessario possiamo aggiungere ancora acqua per non farla bruciare, deve risultare morbida.

Impiattiamo le costolette di agnello e ricopriamole con la salsa appena ottenuta, tagliamo al coltello qualche filo di erba cipollina e decoriamo il piatto. A piacere poche gocce di aceto e siamo pronti per gustare le costolette di agnello ai lamponi.

SUGGERIMENTO

Possiamo filtrare la salsa ai lamponi con un colino a maglie prima di servirla sulla carne. Al posto dello zucchero possiamo anche usare il dolcificante o lo zucchero di canna.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Carote glassate miele e noci

carote glassate miele e noci

CAROTE GLASSATE MIELE E NOCI

Le carote glassate sono un piatto vegetariano, facile da preparare, ottimo anche come accompagnamento a piatti di carne o pesce. Dal sapore delicato, si sciolgono in bocca che è un vero piacere!

CONSIGLIATI PER QUESTA RICETTA

DIFFICOLTÀ: FACILE
PREPARAZIONE: 15min
COTTURA: 25 min
COSTO: basso
icona air fryer

RICETTA ADATTA ALLA COTTURA NELLA FRIGGITRICE AD ARIA

INGREDIENTI

5 carote
1/2 spicchio d’aglio
timo
olio evo
2 cucchiai di miele chiaro
1/2 bicchiere vino bianco
sale grosso q.b.
nocciole tostate

CAROTE GLASSATE MIELE E NOCI

PROCEDIMENTO

Le carote glassate sono un contorno facile da preparare. Prima di iniziare, accendiamo il forno ventilato a 200°, oppure a 180° se statico. Le carote che ho scelto per questa ricetta sono quelle col ciuffo, ma vanno bene anche quelle senza, l’unica accortezza che dobbiamo avere è quella di tagliare il ciuffo lasciando solo qualche centimetro (4 o 5) come decorazione.

Sbucciamole e mettiamole in una teglia da forno e, se dovessero essere troppo grandi, tagliamole a metà nel verso della lunghezza. Versiamo sopra dell’olio evo, qualche chicco di sale grosso e del timo fresco, mescoliamo accuratamente le carote in modo da avvolgerle nei sapori e disponiamole una accanto all’altra. Facciamo cadere dall’alto del miele, in modo da ricoprirle, poi aggiungiamo mezzo spicchio di aglio senza sbucciarlo e infine il vino.

Inforniamo le carote per circa 20 minuti in un mini forno elettrico a 180°. Controlliamo la cottura per lasciarle ben caramellate e tenere dentro. Se dovesse essere necessario, possiamo aggiungere mezzo bicchiere di acqua tiepida durante la cottura. Nel frattempo, riscaldiamo una padella antiaderente sul fuoco e tostiamo le nocciole a fiamma bassa per alcuni minuti, scuotendo spesso la padella per farle ruotare e tostare uniformemente.
Serviamo le carote glassate con qualche fogliolina di timo fresco, spolverandole con le nocciole tostate e tritate grossolanamente.

icona air fryer

Prerisclada la friggitrice ad aria a 200° per 4 minuti. Disponi le carote sul fondo del cestello di cottura, togli la grata forata, oppure usa una teglia adatta. Cuoci a 180° per 15 minuti rigirandole a metà cottura. Aggiungi altri 5 minuti e alza la tempertaura a 200°.

SUGGERIMENTO

Per tritare le nocciole grossolanamente, possiamo metterle in un sacchetto per il congelatore e, una volta chiuso e ben avvolto su se stesso, procediamo a batterlo con un martello per la carne.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Pollo fritto alla paprika

pollo-fritto-alla-paprika
pollo-fritto-alla-paprika

Pollo fritto all'americana

Il pollo fritto alla paprika è una ricetta tipica americana, sempre di gran moda anche nei fast food dove trova grandi consensi.

CONSIGLIATI PER QUESTA RICETTA

DIFFICOLTÀ: facile
PREPARAZIONE: 10 min
COTTURA: 10 min
COSTO: basso
icona air fryer

RICETTA ADATTA ALLA COTTURA NELLA FRIGGITRICE AD ARIA

INGREDIENTI

250 g di petto di pollo
pangrattato
paprika
sale
olio di semi

POLLO FRITTO ALLA PAPRIKA

PROCEDIMENTO

Il pollo fritto alla paprika è una ricetta con molte varianti che ne esaltano il gusto e la frittura. Per un buon risultato andrebbe fritto ad immersione per essere completamente avvolto dall’olio bollente e formare la classica crosticina. Questa ricetta è perfetta per essere fritta usando la tecnologia della air fryer, 10 minuti a 200° e il risultato sarà sorprendente! Io uso la padella doppia fornetto per una cottura più light, ma anche la classica padella antiaderente è perfetta.

Per prima cosa utilizziamo un tagliere pulito dove poter lavorare il pollo senza contaminazioni batteriche. Con un coltello da chef o santoku, puliamo il pollo da eventuali grassi o parti rosse. In un piatto mettiamo del pangrattato e lo mischiamo con della paprika. Possiamo usare anche la paprika dolce se non abbiamo confidenza con quella leggermente più piccante. Passiamo la fettina di petto di pollo sul pangrattato e la premiamo bene con le mani, da ambo i lati, senza passarla nell’uovo come si fa per la cotoletta.

Mettiamo la fettina di pollo impanata sul tagliere e procediamo a tagliarla a strisce larghe 3 cm. Ripetiamo questo procedimento anche con le altre fettine rimaste. Accendiamo la padella doppia fornetto e la scaldiamo a fuoco medio, poi aggiungiamo qualche cucchiaio di olio di semi. Andiamo in cottura con il pollo che abbiamo preparato e lo saltiamo per farlo dorare. Alziamo leggermente la fiamma per far formare la crosticina poi chiudiamo con la padella superiore e, una volta agganciate le due unità, abbassiamo la fiamma.

Lasciamo cuocere per alcuni minuti e rigiriamo la padella per cuocere anche la parte superiore. Ricordiamoci che il pollo ha bisogno di una cottura leggermente più lunga rispetto alla carne rossa. Scuotiamo la padella prima di aprirla per verificare la cottura e, se necessario, aggiungiamo un goccio di olio. Con questa cottura ne usiamo sicuramente molto meno di una friggitrice e la cane risulterà più idratata grazie all’effetto forno dato dalla padella doppia. Dopo averlo tamponato con della carta assorbente, serviamo il pollo fritto alla paprika con una insalata mista.

icona air fryer

Prerisclada la friggitrice ad aria a 200° per 4 minuti. Disponi i filetti di pollo impanati nel cestello di cottura, usa uno spruzzino per l’olio e spruzza 4/6 dosi. Cuoci a 200° per 8 minuti rigirandoli a metà cottura. Se preferisci un effetto più croccante, spruzza 2 dosi di olio quando li giri.

SUGGERIMENTO

Possiamo variare questa ricetta sostituendo la paprika con altre spezie, oppure con un mix di erbe aromatiche fresche tagliate al coltello.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Pollo arancia e ribes in padella fornetto

pollo-arancia-e-ribes-in-padella-fornetto

POLLO ARANCIA E RIBES IN PADELLA FORNETTO

Il pollo arancia e ribes in padella fornetto racchiude un esplosione di sapori fra il salato e l’aspro, connubi interessanti che ben si sposano con la carne bianca.

CONSIGLIATI PER QUESTA RICETTA

DIFFICOLTÀ: FACILE
PREPARAZIONE: 10min
COTTURA: 20 min
COSTO: medio

INGREDIENTI

4 fusi di pollo
1 arancia
20 g di ribes
1 spicchio di aglio
rosmarino
1/2 bicchiere di vino bianco
il succo di un’arancia
olio evo
sale / pepe

POLLO ARANCIA E RIBES IN PADELLA FORNETTO

PROCEDIMENTO

Il pollo arancia e ribes in padella fornetto è una ricetta davvero facile, grazie a questa doppia padella la cottura sarà veloce con un risultato degno di un forno. Scaldiamo la padella sul fuoco o sul piano induzione a media temperatura, versiamo l’olio evo e facciamo rosolare l’aglio qualche istante. Subito dopo uniamo i fusi di pollo e li cuociamo fino a renderli croccanti all’esterno. Sfumiamo con il vino bianco che versiamo poco alla volta, appena terminato aggiungiamo il succo di un’arancia appena spremuta. Distribuiamo qualche ago di rosmarino sul pollo poi agganciamo la seconda unità della padella fornetto, chiudiamo e lasciamo cuocere per circa 20 minuti.

Se il pollo dovesse asciugare possiamo aggiungere dell’acqua. Qualche minuto prima del termine della cottura, versiamo i ribes sgranati aggiungendo del sale e del pepe. Alziamo la fiamma per fare restringere il fondo di cottura e uniamo qualche fetta di arancia per decorare. Spegniamo la fiamma e aspettiamo qualche minuto prima di servire il pollo arancia e ribes.

SUGGERIMENTO

Questa cottura permette di lasciare il pollo ben idratato creando un buon mix di sapori. Potete anche provare a sostituire l’arancia con il lime, con anche del miele millefiori.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Vitello tonnato

vitello-tonnato

VITELLO TONNATO, IL CLASSICO DI SEMPRE

Il vitello tonnato è un grande classico della cucina italiana, molto in voga negli anni 80 come vitel tonnè. Questa preparazione la ritengo una fra le più facili in assoluto, leggi come preparalo.

DIFFICOLTÀ: FACILE
PREPARAZIONE: 20min
COTTURA: 30 min
COSTO: medio

INGREDIENTI

400 g di girello di vitello (magatello)
250 ml di vino bianco
500 ml di acqua
1 cipolla
1 spicchio di aglio
1 costa di sedano
1 carota
alloro
pepe in grani
1 uovo
200 ml di olio di girasole
2 acciughe
capperi

VITELLO TONNATO

PROCEDIMENTO

Il vitello tonnato non è una ricetta impegnativa, si prepara velocemente con ingredienti semplici. La qualità della carne è importante, quando si acquista il magatello in macelleria chiediamo il taglio per questa ricetta e facciamocelo legare. Prepariamo il girello di vitello per la cottura e lo adagiamo sul fondo di una pentola comoda, uniamo la cipolla sbucciata e tagliata a metà, la carota a tocchetti, il sedano, l’alloro, lo spicchio di aglio e qualche grano di pepe. Versiamo il vino e l’acqua e portiamo dolcemente al bollore con fuoco moderato. Da questo momento calcoliamo una cottura di circa 30 minuti, non andiamo oltre altrimenti la carne diventerà stoppacciosa. Subito dopo scoliamo la carne che lasciamo riposare sul tagliare mentre si fredda, poi l’avvolgiamo nella pellicola e la mettiamo in frigorifero. Conserviamo il brodo di cottura con le verdure che ci tornerà utile nella preparazione della salsa.

La ricetta originale prevede una salsa fatta a base di uova sode, io preferisco fare una maionese. Nel bicchiere di un frullatore ad immersione rompiamo l’uovo intero e procediamo a preparare una maionese con l’olio (leggi la ricetta della maionese). Appena sarà montata aggiungiamo il tonno ben sgocciolato, le acciughe, i capperi, un pezzetto di carota dal brodo di cottura con anche gran parte della cipolla. Regoliamo di sale e pepe e frulliamo fino ad ottenere una buona consistenza. Se la salsa dovesse essere troppo densa la possiamo diluire con qualche cucchiaio di brodo di cottura. A questo punto non dobbiamo fare altro che comporre il piatto. Sul fondo mettiamo un cucchiaio di salsa tonnata poi disponiamo le fette di vitello che abbiamo tagliato finemente, e copriamo con altra salsa in base al nostro gusto. Decoriamo con qualche cappero e serviamo il  vitello tonnato.

SUGGERIMENTO

Possiamo conservare il vitello tonnato in frigorifero fino a 4 giorni con la sua salsa. Lo possiamo anche congelare affettato ma senza salsa. Quando lo scongeleremo dovremo preparare una nuova salsa.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Crepes nutella e pere: l’abbinamento perfetto!

crepe-alla-nutella
crepe-alla-nutella

Le crepes nutella e pere sono un abbinamento perfetto!

Le crepes in cucina sono perfette per qualsiasi portata, quelle dolci sono le preferite di tutti noi. Ho abbinato delle pere in padella alla classica crepe con la Nutella! Servite calde sono perfette.

DIFFICOLTÀ: facile
PREPARAZIONE: 20 min
COTTURA: 7 min
COSTO: basso

INGREDIENTI

125 ml di latte
65 g di farina 00
1 uovo
pere sciroppate
Nutella a volontà
liquore dolce
zucchero a velo

CREPE NUTELLA E PERE

PROCEDIMENTO

Le crepes nutella e pere sono facili da prepare, possiamo anche usare un frullatore ad immersione. Prepariamo la pastella per le crepes. In una boule di vetro rompiamo l’uovo e lo sbattiamo con un pizzico di sale, poi aggiungiamo il latte e infine la farina setacciata. Mescoliamo bene con una frusta per evitare di formare grumi. Guarda il video per realizzare la pastella qui sotto. Ora possiamo iniziare a preparare le crepes con la padella o con la crepiera elettrica. Se usiamo la crepiera elettrica qui spiego come fare delle crêpes perfette. Con questo impasto ne verrano circa 8.

Non appena abbiamo fatto le crepes possiamo iniziare a farcirle con la Nutella nella prima metà, poi pieghiamo la crepes a metà, e poi ancora a metà, ottenendo così un piccolo fazzoletto. Procediamo in questo modo e ne prepariamo 3 che teniamo da parte. Ora scaldiamo una padella antiaderente a fiamma media e poi aggiungiamo le pere sciroppate, le lasciamo quocere nel loro sciroppo di conservazione. Aggiungiamo qualche cucchiaino di zucchero di canna e sfumiamo con un goccio di liquore dolce, io ho usato il passito di Pantelleria, ma qualsiasi liquore dolce andrà bene.

Abbassiamo la fiamma e le rigiriamo qualche volta fino a colorarle dolcemente. Trascorso qualche minuto aggiungiamo le crepes alla nutella nella padella e le lasciamo insaporire insieme alle pere, così assorbiranno tutto il loro sapore ed il loro profumo. Qualche minuto per lato e poi possiamo impiattere le crêpes alla nutella con le pere. Guarniamo con il succo caramellato delle pere, dello zucchero a velo e qualche filo di Nutella per i più golosi! Guarda il video della ricetta qui sotto. Se vi siete stancati di fare le crepes nella solita padella, oppure avete voglia di provare qualcosa di nuovo, ho scritto una guida sulle migliori crepiere elettriche.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Pasta e fagioli con pancetta croccante

pasta-e-fagioli-con-pancetta-croccante
pasta-e-fagioli-con-pancetta-croccante

Pasta e fagioli: il classico di sempre

La pasta e fagioli è un piatto tipico italiano che ha diverse interpretazioni a seconda delle regioni. Gli ingredienti di base sono i fagioli borlotti e la pasta mentre gli altri appartengono alle diffuse varianti. Le regioni di riferimento sono: Toscana, Lazio, Campania, Lombardia e Veneto.

DIFFICOLTÀ: media
PREPARAZIONE: 15 min
COTTURA:  20 min
COSTO: basso

INGREDIENTI

100 gr di fagioli borlotti
1/2 cipolla
carota
sedano
50 gr di pasta mista
concentrato di pomodoro
rosmarino
1/2 dado per brodo
olio extra vergine d’oliva
sale e pepe q.b.
50 g pancetta a cubetti

PASTA E FAGIOLI

PROCEDIMENTO

La pasta e fagioli è una preparazione gustosa che possiamo fare anche all’interno di un multi cooker o di una slow cooker. Puliamo e tagliamo finemente mezza cipolla, la carota ed il sedano, che facciamo rosolare dolcemente in una casseruola con dell’olio extra vergine d’oliva. Io, per fare prima quando non ho tempo, utilizzo il misto per soffritto surgelato! Nel frattempo apriamo una scatola di fagioli borlotti, ne versiamo la metà in uno scolapasta e procediamo a sciacquarli bene per togliere ogni residuo del siero di conservazione. Li facciamo sgocciolare qualche istante per poi unirli al soffritto nella casseruola.

Lasciamo cuocere qualche minuto poi aggiungiamo due bicchieri di acqua tiepida e il dado sbriciolato per farlo sciogliere meglio. Alziamo leggermente la fiamma e cuociamo per circa 15 minuti aggiungendo qualche ago di rosmarino per insaporire la minestra. Trascorso il tempo togliamo la casseruola dal fuoco e, con un mestolo, preleviamo una piccola quantità di fagioli ancora interi che metteremo da parte. Ora con un frullatore ad immersione frulliamo il composto in maniera grossolana senza ridurlo una purea. Usiamo la funzione pulse oppure frulliamo ad intermittenza.

Aggiungiamo i fagioli borlotti che avevamo tolto, un bicchiere di acqua, mezzo cucchiaio di concentrato di pomodoro e rimettiamo la casseruola sul fuoco. Non appena riprenderà il bollore versiamo la pasta che lasceremo cuocere per circa 9 minuti. Nel frattempo, scaldiamo una piccola padella antiaderente e rosoliamo i cubetti di pancetta senza usare olio. Non appena diventeranno croccanti e dorati, li togliamo dal fuoco e li asciughiamo su della carta da cucina per tamponare il grasso in eccesso.

Terminata la cottura, lasciamo riposare la pasta e fagioli qualche minuto prima di servirla. In un piatto fondo versiamo qualche mestolo della zuppa, un filo di olio evo e la pancetta croccante come se fosse parmigiano. Concludiamo con un del rosmarino fresco a profumare la nostra ricetta.

SUGGERIMENTO

La pasta e fagioli è pratica anche da congelare in mono porzioni in contenitori adatti. Basterà passarla nel forno a microonde oppure scongelarla e scaldarla in pentola.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Frittata di patate con cipolla e pancetta

frittata di patate con cipolla e pancetta
frittata di patate con cipolla e pancetta

La frittata perfetta

La frittata di patate con cipolla e pancetta è qualcosa da provare assolutamente! Un connubio di sapori che non dimenticherete facilmente.

CONSIGLIATI PER QUESTA RICETTA

DIFFICOLTÀ: facile
PREPARAZIONE: 5 min
COTTURA: 10 min
COSTO: basso

INGREDIENTI

3 uova
2 patate medie
una cipolla media
50 g di pancetta arrotolata
parmigiano
pangrattato
sale e pepe
olio evo

FRITTATA DI PATATE CON CIPOLLA E PANCETTA

PROCEDIMENTO

La frittata di patate con cipolla e pancetta rappresenta da sempre l’arte del recupero, non si butta mai niente, soprattutto in cucina. Per questa facile preparazione mi avvalgo della mia nuova padella girafrittata, perfetta come poche altre e anche molto bella da vedere. Se avete la classica padella doppia fornetto è ottima anche quella. Come tutte le padelle antiaderenti, ricordiamoci sempre di non usare la fiamma troppo alta e di non lavarle mai in lavastoviglie.

Per questa ricetta recupero un avanzo di patate lesse, voi usate quelle fresche. Scaldiamo una padella sul fuoco basso, aggiungiamo dell’olio evo poi la patata a tocchetti. Tagliamo la cipolla e aggiungiamola in cottura fin tanto che si formi una deliziosa crosticina con le patate. Nel frattempo sbattiamo le uova in una boule aggiungendo un cucchiaio di parmigiano, uno di pangrattato, un goccio di acqua (o latte) sale e pepe. Usiamo una forchetta o una piccola frustina per gonfiare il preparato. I più pigri possono usare anche un mini robot da cucina.

Alziamo leggermente la fiamma e versiamo il composto sulle patate in cottura, continuando a frustare nella boule per fare scendere bene tutti gli ingredienti. Mentre la frittata si avvia alla cottura prendiamo la pancetta arrotolata e, dividendola fra le mani, la inseriamo nella frittata sino a ricoprirla tutta, come nella foto. Se usate la padella girafrittata vi consiglio di scaldare sul fuoco l’altra metà con un goccino di olio evo, qualche minuto e poi l’agganciamo alla principale. Chiudiamo le due unità e con presa ferma rigiriamo la padella sul fuoco continuando la cottura. Se usate la padella antiaderente classica, servitevi di un piatto per capovolgere la frittata.

Lasciamo andare a fuoco medio basso per diversi minuti perché in questo momento la pancetta starà rilasciando il suo grasso profumando la cottura. Possiamo aprire la parte superiore della padella per verificare lo stato della cottura. Richiudiamo le due unità e rigiriamo ancora. Spegniamo il fuoco e impiattiamo la frittata di patate con cipolla e pancetta.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Wok di verdure croccanti

wok-di-verdure-croccanti
wok-di-verdure-croccanti

Una wok di verdure croccanti come piatto unico

La wok di verdure croccanti è la ricetta ideale quando vogliamo fare un pasto salutare, oppure da inserire in un  piano detox. Perfetta anche in estate con qualche piccola aggiunta.

DIFFICOLTÀ: facile
PREPARAZIONE: 10 min
COTTURA: 15 min
COSTO: basso

INGREDIENTI

50 g di cavolfiori
50 g di fagiolini
1/2 peperone
1 cipollotto
1 carota piccola
2 zucchine
germogli di soia
olio di semi

WOK DI VERDURE CROCCANTI

PROCEDIMENTO

Preparare una wok di verdure croccanti è davvero facile, perché possiamo usare le verdure che preferiamo, oppure sostituirne qualcuna dalla lista degli ingredienti. Per questa ricetta possiamo usare anche ingredienti surgelati, ma con quelli freschi il sapore è migliore. Per prima cosa dobbiamo lavare e tagliare col giusto coltello tutti gli ingredienti usando taglieri puliti. La ricetta deve essere eseguita rispettando i tempi di cottura delle singole verdure, per questo motivo è meglio tagliarle prima e poi mettersi ai fornelli. Tagliamo il cavolfiore a piccoli pezzetti o a fettine poi spuntiamo i fagiolini privandoli delle estremità.

Il peperone lo puliamo dalla parte interna e lo tagliamo a piccole striscioline dall’interno, tipo julienne. In maniera grossolana tagliamo anche il cipollotto perché non serve come base di un soffitto, usiamo anche tutta la parte verde. La carota la tagliamo a metà nel verso della lunghezza e poi a julienne per farla cuocere prima. Anche per la zucchina procediamo nella stessa modalità. Ora possiamo mettere sul fuoco la nostra wok per farla scaldare prima di iniziare la cottura. Versiamo qualche cucchiaio di olio di semi e subito dopo i cavolfiori, rigirandoli spesso per non farli bruciare.

Ricordiamoci di seguire l’ordine delle verdure in cottura, esattamente come le ho scritte nella lista ingredienti in alto. È il momento dei fagiolini, continuiamo con il peperone, il cipollotto, la carota e la zucchina. Rigiriamo spesso gli ingredienti per non lasciarli in ammollo nell’olio, questa è una wok di verdure croccanti e la cottura deve essere veloce. Un pizzico di sale oppure un goccio di salsa di soia e continuiamo a girare unendo all’ultimo i germogli di soia. Spegniamo la cottura ed impattiamo le nostre verdure croccanti.

SUGGERIMENTO

Se vogliamo rendere più estiva questa ricetta, uniamo dei gamberetti sgusciati agli ultimi minuti di cottura. Impiattiamo con una spolverata di prezzemolo.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Wok di noodles con verdure

wook di noodles con verdure
wook di noodles con verdure

Noodles che passione!

La wok di noodles con verdure rappresenta un buon piatto unico bilanciato, tipico della tradizione cinese. Aggiungiamo qualche tocco in più a questa ricetta famosa.

DIFFICOLTÀ: facile
PREPARAZIONE: 10 min
COTTURA: 15 min
COSTO: basso

INGREDIENTI

1/2 peperone
1 carota
2 zucchine
1 cipollotto
70 g di noodles di riso
salsa di soia
olio di semi
prezzemolo
arachidi tostate

WOK DI NOODLES CON VERDURE

PROCEDIMENTO

La wok di noodles con verdure è una ricetta tradizionale della cucina cinese. Per questa preparazione possiamo usare i noodles che preferiamo, sia il tipo Mian (fatti con grano duro o integrale, che il tipo Fan (preparati con farina di riso o di soia). Iniziamo a pulire le verdure prima di accendere i fornelli! Su di un tagliere pulito iniziamo a tagliare il cipollotto mantenendo anche parte del verde. Con il giusto coltello tagliamo a metà il peperone e, dopo averlo pulito dai semi, lo tagliamo a julienne dal lato interno.

Puliamo la carota e la tagliamo a julienne così come anche per le zucchine, eliminando la parte bianca interna. Questa parte è ricca di acqua e in cottura ammollerebbe troppo le altre verdure, alterano le consistenze della ricetta stessa. Mettiamo sul fuoco la pentola wok e aggiungiamo qualche cucchiaio di olio di semi, appena caldo aggiungiamo il cipollotto tagliato grossolanamente, poi le carote. Dopo qualche minuto anche il peperone e le zucchine, dobbiamo aver cura di avere una fiamma vivace ma non al massimo e di far croccare bene le verdure, rigirandole spesso.

In una boule piena di acqua calda, mettiamo in ammollo i noodles per circa 8 minuti, questa operazione la possiamo fare anche prima di iniziare a cuocere le verdure. Aggiungiamo i noodles alle verdure, qualche cucchiaio di salsa di soia e una manciata di prezzemolo. Saltiamo a fiamma vivace e uniamo le arachidi che abbiamo tostato in precedenza. Qualche minuto di cottura ancora e siamo pronti per impiattare la nostra wok di noodles con verdure.

SUGGERIMENTO

Per ottenere ancora più sapore, possiamo sostituire il prezzemolo con la parte verde del cipollotto, il piatto risulterà anche più colorato da vedere.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube