Costolette di agnello ai lamponi

costolette-di-agnello-ai-lamponi

COSTOLETTE DI AGNELLO NON SOLO PER LE FESTE

Le costolette di agnello ai lamponi sono perfette per gli intolleranti al glutine e al lattosio. Si preparano in poco tempo e sono una vera e propria gioia di colore e sapore. Facili anche per chi è alle prime armi in cucina.

CONSIGLIATI PER QUESTA RICETTA

DIFFICOLTÀ: FACILE
PREPARAZIONE: 10min
COTTURA: 20 min
COSTO: medio

INGREDIENTI

3 costolette di agnello
200 g di lamponi
erba cipollina
1/2 bicchiere di vino bianco
aceto balsamico
zucchero
burro
aglio
pepe rosa
sale

COSTOLETTE DI AGNELLO AI LAMPONI

PROCEDIMENTO

Le costolette di agnello ai lamponi sono un secondo piatto alternativo e interessante per il connubio di sapori decisi. Sicuramente è adatto al menù di Natale o alle ricette per la tavola di Pasqua, perfetto anche per quelle cene dove si vuole stupire l’ospite con poca fatica. La vivacità del piatto e i sapori sono meravigliosi e possono accontentare degnamente i nostri amici intolleranti al lattosio e al glutine.

Scegliere una padella antiaderente dove sciogliere il burro a fuoco basso con qualche fettina sottile di aglio, privato dalla parte amara interna. Disponiamo le costolette di agnello e cuociamo dolcemente da ambo i lati sfumando con il vino bianco e la metà dei lamponi. Regoliamo di sale e qualche goccia di aceto balsamico, secondo il nostro gusto. Appena saranno cotte le togliamo dal fuoco e le facciamo riposare in un piatto coperte da un foglio di alluminio per mantenere il calore.

Nella stessa padella antiaderente versiamo un goccio di acqua per recuperare il fondo di cottura, sempre a fiamma bassa, poi uniamo i lamponi rimasti e un cucchiaio di zucchero. Facciamo fondere i lamponi con dei granelli di pepe rosa che sbricioliamo con le mani, qualche goccia di aceto balsamico e formiamo una salsina. Pochi minuti di cottura saranno sufficienti finché non vedremo sfaldarsi i lamponi e fondersi con lo zucchero. Se necessario possiamo aggiungere ancora acqua per non farla bruciare, deve risultare morbida.

Impiattiamo le costolette di agnello e ricopriamole con la salsa appena ottenuta, tagliamo al coltello qualche filo di erba cipollina e decoriamo il piatto. A piacere poche gocce di aceto e siamo pronti per gustare le costolette di agnello ai lamponi.

SUGGERIMENTO

Possiamo filtrare la salsa ai lamponi con un colino a maglie prima di servirla sulla carne. Al posto dello zucchero possiamo anche usare il dolcificante o lo zucchero di canna.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Pollo arancia e ribes in padella fornetto

pollo-arancia-e-ribes-in-padella-fornetto

POLLO ARANCIA E RIBES IN PADELLA FORNETTO

Il pollo arancia e ribes in padella fornetto racchiude un esplosione di sapori fra il salato e l’aspro, connubi interessanti che ben si sposano con la carne bianca.

DIFFICOLTÀ: FACILE
PREPARAZIONE: 10min
COTTURA: 20 min
COSTO: medio

INGREDIENTI

4 fusi di pollo
1 arancia
20 g di ribes
1 spicchio di aglio
rosmarino
1/2 bicchiere di vino bianco
il succo di un’arancia
olio evo
sale / pepe

POLLO ARANCIA E RIBES IN PADELLA FORNETTO

PROCEDIMENTO

Il pollo arancia e ribes in padella fornetto è una ricetta davvero facile, grazie a questa doppia padella la cottura sarà veloce con un risultato degno di un forno. Scaldiamo la padella sul fuoco o sul piano induzione a media temperatura, versiamo l’olio evo e facciamo rosolare l’aglio qualche istante. Subito dopo uniamo i fusi di pollo e li cuociamo fino a renderli croccanti all’esterno. Sfumiamo con il vino bianco che versiamo poco alla volta, appena terminato aggiungiamo il succo di un’arancia appena spremuta. Distribuiamo qualche ago di rosmarino sul pollo poi agganciamo la seconda unità della padella fornetto, chiudiamo e lasciamo cuocere per circa 20 minuti.

Se il pollo dovesse asciugare possiamo aggiungere dell’acqua. Qualche minuto prima del termine della cottura, versiamo i ribes sgranati aggiungendo del sale e del pepe. Alziamo la fiamma per fare restringere il fondo di cottura e uniamo qualche fetta di arancia per decorare. Spegniamo la fiamma e aspettiamo qualche minuto prima di servire il pollo arancia e ribes.

SUGGERIMENTO

Questa cottura permette di lasciare il pollo ben idratato creando un buon mix di sapori. Potete anche provare a sostituire l’arancia con il lime, con anche del miele millefiori.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube

Vitello tonnato

vitello-tonnato

VITELLO TONNATO, IL CLASSICO DI SEMPRE

Il vitello tonnato è un grande classico della cucina italiana, molto in voga negli anni 80 come vitel tonnè. Questa preparazione la ritengo una fra le più facili in assoluto, leggi come preparalo.

DIFFICOLTÀ: FACILE
PREPARAZIONE: 20min
COTTURA: 30 min
COSTO: medio

INGREDIENTI

400 g di girello di vitello (magatello)
250 ml di vino bianco
500 ml di acqua
1 cipolla
1 spicchio di aglio
1 costa di sedano
1 carota
alloro
pepe in grani
1 uovo
200 ml di olio di girasole
2 acciughe
capperi

VITELLO TONNATO

PROCEDIMENTO

Il vitello tonnato non è una ricetta impegnativa, si prepara velocemente con ingredienti semplici. La qualità della carne è importante, quando si acquista il magatello in macelleria chiediamo il taglio per questa ricetta e facciamocelo legare. Prepariamo il girello di vitello per la cottura e lo adagiamo sul fondo di una pentola comoda, uniamo la cipolla sbucciata e tagliata a metà, la carota a tocchetti, il sedano, l’alloro, lo spicchio di aglio e qualche grano di pepe. Versiamo il vino e l’acqua e portiamo dolcemente al bollore con fuoco moderato. Da questo momento calcoliamo una cottura di circa 30 minuti, non andiamo oltre altrimenti la carne diventerà stoppacciosa. Subito dopo scoliamo la carne che lasciamo riposare sul tagliare mentre si fredda, poi l’avvolgiamo nella pellicola e la mettiamo in frigorifero. Conserviamo il brodo di cottura con le verdure che ci tornerà utile nella preparazione della salsa.

La ricetta originale prevede una salsa fatta a base di uova sode, io preferisco fare una maionese. Nel bicchiere di un frullatore ad immersione rompiamo l’uovo intero e procediamo a preparare una maionese con l’olio (leggi la ricetta della maionese). Appena sarà montata aggiungiamo il tonno ben sgocciolato, le acciughe, i capperi, un pezzetto di carota dal brodo di cottura con anche gran parte della cipolla. Regoliamo di sale e pepe e frulliamo fino ad ottenere una buona consistenza. Se la salsa dovesse essere troppo densa la possiamo diluire con qualche cucchiaio di brodo di cottura. A questo punto non dobbiamo fare altro che comporre il piatto. Sul fondo mettiamo un cucchiaio di salsa tonnata poi disponiamo le fette di vitello che abbiamo tagliato finemente, e copriamo con altra salsa in base al nostro gusto. Decoriamo con qualche cappero e serviamo il  vitello tonnato.

SUGGERIMENTO

Possiamo conservare il vitello tonnato in frigorifero fino a 4 giorni con la sua salsa. Lo possiamo anche congelare affettato ma senza salsa. Quando lo scongeleremo dovremo preparare una nuova salsa.

SEGUIMI SUI SOCIAL

noi single in cucina youtube