Vetro o plastica: in quali contenitori è meglio conservare i cibi?

 In blog, come fare, guide, news

Conservare bene, conservare consapevolmente, è una giusta causa per tutti. Ma fra vetro o plastica: in quali contenitori è meglio conservare i cibi? Vediamo insieme le differenze sostanziali.

Ogni anno sprechiamo molti soldi nella nostra spesa, tanto cibo viene buttato proprio perché conservato male. Ma fra vetro o plastica: in quali contenitori è meglio conservare i cibi? La risposta non è così semplice. A parte le preferenze personali che ognuno di noi può avere, la scelta -secondo me- dipende da molti fattori come le preoccupazioni ambientali o di sicurezza, le considerazioni sul peso o sulla funzionalità che vetro e plastica possono avere.

contenitori-in-plastica

I CONTENITORI IN VETRO

I contenitori in vetro sono molto più sicuri in ogni caso, per liquidi e solidi, caldi o freddi.
Possono andare dal frigo al freezer al microonde, passando anche per il forno!
Non rilasciano nessun tipo di sostanze perché la superficie non porosa del vetro non assorbe cibo, germi e odori.
 Il vetro può essere lavato in modo sicuro a temperature elevate nella lavastoviglie, con ogni tipo di detergente. È possibile utilizzare e riutilizzare i contenitori in vetro ancora e ancora, il che significa risparmiare denaro. Il vetro è riciclabile al 100% e può essere riciclato all’infinito senza perdita di qualità o purezza. Con il vetro non è necessario aspettare che il cibo si raffreddi completamente prima di riporre gli avanzi.

contenitori-vetro-1

I CONTENITORI IN PLASTICA

I contenitori in plastica sono convenienti: leggeri, trasportabili e non si rompono quando cadono. Ma la plastica deve essere anche una questione ambientale per tutti, infatti se ne produce troppa e solo un decimo viene riciclata, il resto non si smaltisce. La plastica è anche un grande problema per la salute, specialmente quando riscaldata. Molte materie plastiche utilizzate per la realizzazione dei contenitori non sono consentite dal ministero della salute. Bisogna leggere i simboli sul fondo per conoscere quale materia prima è stata usata, molte non sono adatte al riscaldamento e/o alla conservazione.

contenitori-plastica-1

VETRO O PLASTICA: FACCIAMO IL PUNTO

Mi sembra importante valutare ogni aspetto dei due elementi, vetro e plastica, per capire come poterli usare nelle diverse situazioni di tutti i giorni. Ho pensato a dei momenti tipici della giornata dove i contenitori sono fondamentali, e anche alle attenzioni che abbiamo per l’ambiente e la salute. Per ogni singolo utilizzo esiste un vincitore: ecco i miei.

AMBIENTE: VETRO

I contenitori di vetro durano all’infinito, anche scartati nella differenziata, sono riciclabili al 100%. Rimane solo una piccola quantità di plastica, quella dei coperchi, che non può essere riciclata nella maggior parte dei programmi di riciclaggio municipali.

vetro-riciclato

SALUTE: VETRO

Il vetro ha una superficie non porosa che non assorbe la materia plastica e può essere lavato in sicurezza a temperature elevate nella lavastoviglie, senza sciogliersi o deformarsi. La maggior parte dei contenitori per alimenti in vetro sono progettati per resistere al calore elevato senza rompersi. I contenitori in plastica, anche quando scegliamo materie plastiche prive di BPA, hanno sostanze chimiche tossiche e dannose per il sistema endocrino che possono migrare nel nostro cibo durante la cottura nel microonde.

PRANZO AL LAVORO: PLASTICA

I contenitori di plastica sono sicuramente l’opzione conveniente per il trasporto del cibo. Sono molto più leggeri del vetro e non si spezzano in milioni di piccoli pezzi se li lasci cadere. Alcuni sono progettati con un coperchio speciale per riporre piccoli contenitori di condimento o salsa. Altri hanno coperchi ermetici con guaine di silicone identici a quelli dei contenitori in vetro. Altri ancora hanno la divisione a scomparti, comoda per dividere i diversi cibi all’interno dello stesso contenitore .

PRANZO A SCUOLA DEI BAMBINI: PLASTICA

Se stai mandando i tuoi figli a scuola con il pranzo, la plastica è la cosa migliore per le stesse ragioni di cui sopra. Anche per loro, la soluzione migliore rimane il contenitore diviso a scomparti per dividere i diversi cibi. Per i più piccoli sono comodi e leggeri e non diventano un peso in più nello zaino già affollato dai libri.

lunch-box

FRIGORIFERO E CONGELATORE: VETRO

Per conservare il cibo nel frigorifero o nel congelatore, il vetro è la soluzione migliore. I contenitori in vetro sono sicuri e a tenuta stagna, non ci saranno fuoriuscite di liquidi. Sono facili da pulire e non rilasciano sostanze chimiche come la plastica.

ACQUISTALI ORA

glasslock
hse24 logo

ESTETICA: VETRO

Da un punto di vista personale, preferirei piuttosto servire un piatto in contenitori di vetro che in quelli di plastica. Sono molto simili alle stoviglie reali e non assorbono odori o macchie. Con le nuove tipologie di contenitori in vetro, sempre più accattivanti, servirli a tavola è ancora più divertente perché nessuno se ne accorge!

PIÙ SPAZIO: PLASTICA

I contenitori in vetro si possono sovrapporre in altezza come una matrioska, non è possibile comprimerli come si può fare con i contenitori di plastica di nuova concezione. La plastica ha l’enorme vantaggio di poter effettuare uno stoccaggio che il vetro non possiede. I contenitori in plastica sono perfetti per i viaggi, il campeggio e i picnic, ottimi anche per conservare il cibo secco in dispensa.

spazio

CONTENITORI IN VETRO

CONTENITORI IN PLASTICA

Recommended Posts

Start typing and press Enter to search